Clamoroso al Cibali, “Tutto il calcio minuto per minuto” compie 50 anni

Una domenica speciale nel ricordo delle grandi voci della Rai che hanno raccontato e continuato a raccontare il calcio a tre generazioni di calciofili

di Marco Federici

noir-radioDomenica 10 Gennaio 2010 è una giornata importante per il giornalismo sportivo italiano: la storica trasmissione radiofonica  “Tutto il calcio minuto per minuto” compie 50 anni. Mezzo secolo di dirette, gol e aneddoti calcistici, raccontati  tutte le domeniche dalle voci storiche come Nicolò Carosio, Enrico Ameri, Nando Martellini , Nicoletta Grifoni, Roberto Bertoluzzi,  Filippo Corsini, Giulio Delfino, Sandro Ciotti, Ezio Luzzi e tanti altri.

Il programma nacque nella stagione 1959/1960 da un’idea di Guglielmo Moretti, con le radiocronache solo dei secondi tempi, prendendo spunto dalla trasmissione francese “Sport e Musique” che raccontava in diretta le partite del rugby transalpino direttamente dai campi.

Domenica per festeggiare i 50 anni è in programma un’edizione speciale con il ritorno alle radiocronache di alcuni grandi protagonisti del passato. Sui primi quattro campi collegati infatti ci saranno Claudio Feretti, Ezio Luzzi, Enzo Foglianese e Nicoletta Grifoni (prima donna della trasmissione nel 1988), che andranno ad affiancare gli attuali radiocronisti. La scaletta prevede Fiorentina-Bari con Riccardo Cucchi e Claudio Ferretti, Napoli-Sampdoria con Carlo Verna ed Enzo Foglianese, Genoa-Catania con Emanuele Dotto ed Ezio Luzzi, Livorno-Parma con Giuseppe Bisantis e Nicoletta Grifoni.

Sandro Ciotti

Sandro Ciotti

Sarà uno splendido tuffo nel passato per gli appassionati di questa trasmissione che nell’era delle tv a pagamento, delle super moviole, delle partite a tutte le ore  e dei mega contratti televisivi, riesce ancora a catturare milioni di italiani, attraverso la professionalità e la competenza dei suoi giornalisti. Sarà una giornata speciale anche per chi questa trasmissione non la conosce, quei giovani abituati a sentire la radio solo con l’ipod e a vedere le partite raccontate dai telecronisti di sky affiancati da ex giocatori riciclati (spesso neanche benissimo). Questi ragazzi non hanno mai sentito Sandro Ciotti intervenire con la sua inconfondibile voce rauca o Ezio Luzzi, interrompere (apposta) un rigore nel derby per dare notizie ininfluenti sulla Serie B.

Questa domenica e speriamo ancora per molto tempo, potremo ascoltare il boato di uno stadio che interrompendo l’azione di un giocatore, farà tremare o sognare migliaia di tifosi in attesa che il radiocronista della rai annunci l’autore del gol.

“Scusa Ameri”, ma questa domenica la dedichiamo a te e ai tuoi colleghi.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews