Circoncisione, per i medici americani abbatte il rischio di malattie

Un rapporto pubblicato dal CDC mostra come la circoncisione sia utile per ridurre le possibilità di contrarre malattie sessualmente trasmissibili e tumori

circoncisioneLa circoncisione assicura più benefici che rischi, una pratica opportuna sia per i bambini che per gli adolescenti. Queste le conclusioni a cui sono arrivati gli scienziati del Center for Disease Control and Prevention, che in materia hanno da poco pubblicato un report in cui l’operazione viene fortemente consigliata.

ABBATTE IL CONTAGIO – Secondo gli scienziati, sottoponendo alla circoncisione i bambini appena nati, si potrebbero abbattere i tassi di contagio delle malattie sessualmente trasmissibili, delle infezioni delle vie urinarie e del tumore del pene. Una pratica che sembra inoltre avere rari casi di complicazioni, individuabili solamente nell’1% dei bambini operati. La tesi dei ricercatori statunitensi sembra confermata inoltre da alcune ricerche svolte in Gran Bretagna, secondo cui di fronte ad un aumento del 70% delle diagnosi di tumore del pene, tale malattia ha difficilmente colpito persone in passato sottoposto alla circoncisione.

IL FRONTE DEL NO – È tuttavia attesa la risposta delle associazioni contrarie alla circoncisione, che accusano tale operazione di essere una mutilazione genitale, una pratica illecita perché svolta senza il consenso del bambino. Un fronte che in Francia ha addirittura portato alcune organizzazioni ad invitare  i figli dei genitori che hanno deciso per la circoncisione a denunciare gli stessi per la mutilazione del proprio corpo, e che ha trovato supporto nelle sentenze di alcuni tribunali europei, che hanno giudicato la circoncisione illegale, quando non svolta per fini terapeutici.

LA CIRCONCISIONE IN ITALIA – Attualmente nel nostro Paese si ricorre alla circoncisione solamente dietro specifiche indicazioni mediche, volte a risolvere problematiche derivanti dalla fimosi e dal lichen scleroatrofico, una malattia immunitaria che colpisce la cute, spesso degli organi genitali. L’opinione più diffusa tra urologi e pediatri non vede la circoncisione preventiva come una pratica necessaria. Secondo gli esperti difatti, «le condizioni igieniche in cui viviamo ci permettono di assumere altre precauzioni, meno invasive, per ridurre il rischio di contagio delle infezioni citate.»

Carlo Perigli
@c_perigli

foto: belpaese web.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews