Cina, problema inquinamento: cancro ai polmoni in una bimba di 8 anni

smog cina harbin cancro

Un’immagine della città cinese di Harbin, oscurata dallo smog poche settimane fa

Pechino – Una notizia agghiacciante proveniente dalla Cina che porta per l’ennesima volta alla ribalta il problema dell’inquinamento atmosferico nelle metropoli cinesi. Una bambina di otto anni ha sviluppato una grave forma di cancro ai polmoni: si tratta del più giovane caso in Cina di cancro ai polmoni dovuto allo smog. Lo hanno dichiarato i medici che hanno in cura la piccola, che vive nei pressi di una strada molto trafficata nella provincia orientale del Jiangsu. Secondo un medico del Jiangsu Cancer Hospital di Nanchino, interpellato dall’agenzia di stampa Xinhua, la bimba, di cui non viene comunicato il nome, è stata esposta a micro-particelle nocive e alla polvere per lunghi periodi.

Il cancro, in particolare quello ai polmoni, è una delle cause di morte più frequenti in Cina, soprattutto nelle grandi città, che registrano livelli di inquinamento atmosferico con valori anche decine di volte al di sopra della soglia di sicurezza stabilita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Negli anni tra il 2001 e il 2010 nella sola Pechino i casi di persone affette dal cancro sono aumentati del 56%: il tumore ai polmoni è diventato la prima causa di morte per cancro tra gli uomini, e la seconda per le donne, dopo il cancro al seno, secondo i dati del Beijing Health Bureau.

Il governo cinese sta da tempo cercando soluzioni per fronteggiare gli alti tassi di inquinamento atmosferico, con un programma di riduzione della dipendenza dal carbone come fonte primaria di energia. Gli effetti di tale programma sembrano però ancora lontani: di poche settimane fa il caso che ha avuto come protagonista la città di Harbin, nel nord-est della Cina, dove un livello di smog talmente alto ha bloccato la circolazione nelle strade, a causa di una visibilità ridotta a tre metri. Una situazione che ha costretto le autorità a chiudere le scuole e l’aeroporto, con la conseguente cancellazione di più di 40 voli.

Alberto Staiz

Foto homepage: tgcom24.mediaset.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews