Cina: prigione a chi pubblica notizie false sui social network

prigione

Il logo di Twitter

L’avvento del giornalismo online e dei social network ha portato anche al sorgere di una serie di problematiche riguardanti la censura, la privacy e i criteri per stabilire l’autenticità delle notizie che vengono battute e diffuse sul web. Nel caso dei social network la questione si fa ancor più problematica. In Cina il problema è stato risolto drasticamente: una persona rischia seriamente di finire in prigione se pubblica una notizia falsa e questa viene ritwittata più di 500 volte.

Una legge approvata recentemente in Cina infatti prevede l’arresto se il messaggio considerato falso è stato ritwittato più di 500 volte o condiviso da 5mila persone. E’ quello che è accaduto al sedicenne Yang, finito in prigione proprio per una notizia diffusa su Weibo, la versione cinese di Twitter. Il giovane ha pubblicato sulla versione cinese di Twitter una nota in cui accusava la polizia in un caso di suicidio.

Sul social Yang ha affermato che la vittima dell’apparente suicidio in realtà era stata uccisa dalle forze dell’ordine. Il post è stato ritwittato più di 500 volte e Yang è finito in prigione come prevede la nuova legge approvata il 9 settembre.

Secondo il governo cinese la norma sarebbe utile per individuare e punire i diffamatori del web, troppo liberi di pubblicare a condividere notizie anche false o tendenziose. I giovani cinesi invece si ribellano alla nuova norma additandola come un tentativo di “chiudere la bocca” a coloro che criticano il governo. Un altro giovane, multato per un twitt, ha dichiarato alla Reuters: «E’ molto facile superare i 500 retweet. chi oserà mai più cinguettare adesso?».

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews