Cina, bambini in gabbia coi cani. Le foto shock

In Cina due bambini erano costretti dal nonno a vivere con i suoi cani d’allevamento. L’indignazione degli abitanti scatena media e autorità

Cina. Due bambini erano costretti dal nonno a vivere in una gabbia coi cani (blitzquotidiano.it)

Cina. Due bambini erano costretti dal nonno a vivere in una gabbia coi cani (blitzquotidiano.it)

Arrivano da Nanjing, in Cina, delle foto shock che ritraggono due bambini rinchiusi all’interno di una gabbia al fianco di alcuni cani e in condizioni prossime al limite dell’umanità. I due bambini, di età compresa dai quattro ai sei anni, sembra vivessero da tempo nelle stesse condizioni e con le stesse modalità degli animali, tanto da condividere con loro viveri e acqua di pozzanghera.

AI LIMITI DELL’UMANITA’ – I due bimbi, fratello e sorella, si sono ritrovati in condizioni di estrema povertà dal momento in cui i loro genitori, divorziati, hanno scelto di andare a vivere altrove lasciandoli in affidamento al nonno. Questi, allevatore di cani per professione, per liberarsi del loro peso ha preferito farli vivere con i suoi animali in condizioni estreme.

Le condizioni igienico-sanitarie dei due piccoli erano a dir poco disumane (blitzquotidiano.it)

Le condizioni igienico-sanitarie dei due piccoli erano a dir poco disumane (blitzquotidiano.it)

I TESTIMONI – I media locali hanno dato rilevanza alla vicenda solo dopo un elevato numero di segnalazioni da parte degli abitanti del posto. Diversi testimoni hanno confessato di aver tentato più volte di convincere invano l’uomo a rimediare alle sue scelte ripristinando un minimo di normalità nella vita dei due piccoli, in primis invitandolo a mandarli a scuola. Secondo un testimone in particolare, Jun Teng, «il fetore era qualcosa di insopportabile e i bambini erano circondati da escrementi di animali, insetti, non avevano cibo e, quando l’avevano, dovevano anche dividerlo con i cani».

Secondo quanto riferiscono i media locali, gli abitanti di Nanjing avrebbero donato ai bambini cibo sano e vestiti puliti senza, però, riuscire a sottrarli alle grinfie del nonno. Le autorità hanno deciso di intervenire per la tutela dei piccoli dopo un primo periodo di immobilità.

Foto: blitz quotidiano.it

Stefano Gallone

@SteGallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews