Choc a Ischia: 19enne suicida per debiti da gioco

La Chiesa del Soccorso a Ischia, dov'è avvenuto il triste suicidio

Forio d’Ischia – Tragedia a Forio d’Ischia, piccolo comune nella provincia di Napoli. Un ragazzo di 19 anni, M.C., si è suicidato a causa di una grave perdita al gioco. Prima di compiere il tragico gesto, il ragazzo avrebbe lasciato un brevissimo messaggio scritto alla madre, dicendo: «Cara mamma, scusa: ho sciupato tutti i soldi al gioco».

Il giovane, originario del vicino comune di Barano, ha raggiunto la Chiesa del Soccorso, e sporgendosi dal piazzale antistante il luogo di culto si è gettato nel vuoto, con un volo di oltre 50 metri fino al selciato che delimita la scogliera. Nulla da fare per i soccorsi giunti immediatamente sul posto, che nulla hanno potuto fare se non accertarne il decesso.

La piaga dei debiti da gioco d’azzardo, è molto forte in Italia, dove numerose persone (800.000 affette da patologia correlata secondo il Ministero della Salute) complice la sempre più dura crisi economica, tentano la fortuna attraverso il gioco e diventano schiavi di questa speranza di vincita. Solo a Roma, l’1% della popolazione è depresso proprio per i debiti contratti ai tavoli o alle slot, e di questi 140 soggetti su 1000 meditano o tentano il suicidio per sfuggire alla persecuzione del denaro da restituire, spesso dopo averlo chiesto a strozzini o compagnie che applicano tassi d’interesse insostenibili.

A volte, il suicidio – aumentato negli ultimi anni del 30% per cause direttamente riconducibili ai problemi economici – viene visto dalle vittime come una possibilità per non trasmettere il debito alla famiglia. A tale proposito, vale la pena ricordare che il Codice civile, attraverso gli articoli 1933 e 2034, dispone la non trasmissibilità del debito contratto in tale circostanza agli eredi, in quanto la responsabilità è personale e diretta.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Choc a Ischia: 19enne suicida per debiti da gioco

  1. avatar
    teodoro anastasio 04/07/2013 a 17:12

    Di buon mattino si vedono file di disperati dinanzi alle bische di stato presenti ad ogni angolo di strada, nelle tabaccherie, nei bar, negli ospedali e alla posta, altre file dinanzi alle sedi di Equitalia. Grazie di tutto. Avete ottenuto il vostro paese ideale. I perfetti consumatori dei vostri supermercati ora sono anche schiavi delle vostre bische e dei vostri esattori ed ora sono clienti delle vostre pompe funebri. Che grandi imprenditori!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews