Chi va piano va sano e va lontano

Oggi, 15 marzo 2010, quarto appuntamento con la Giornata Mondiale della Lentezza. Lo slogan:”Rallentare lo sviluppo economico in armonia con l’uomo e con l’ambiente”

di Claudia Vallini

Locandina della Giornata Mondiale della Lentezza

Si sa, il lunedì è il giorno più odiato della settimana. La sveglia che suona, una colazione al volo, il traffico che non lascia scampo e poi “finalmente” a lavoro, appena in tempo. Tutto, però, sempre di corsa. Ma non oggi, perché si sa che la fretta può essere cattiva consigliera. Allora fermiamoci un attimo e approfittiamo della Giornata mondiale della lentezza per riassaporare a rallenty il bello della vita.

L’evento è promosso dall’organizzazione L’arte del Vivere con Lentezza fondata da Bruno Cortigiani, ex bocconiano ed ex professore di matematica, con lo slogan “Rallentare quando possiamo, Correre quando dobbiamo”. Idea che, nata a Milano nel 2007, ha finito per contagiare tutto il mondo nella crescente consapevolezza che il nostro pianeta sta andando troppo velocemente; ma non è necessario fermarlo e scendere,  è sufficiente rallentare e riappropriarsi del proprio tempo, partendo dai nostri piccoli gesti quotidiani. La manifestazione si trasferisce da piazza San Babila nel 2007, dove tra l’altro venivano date multe simboliche a chi camminava troppo velocemente,  alla Union Square a New York nel 2008, dove è stato anche organizzato il Festival della Lentezza. Nel 2009 è la volta di Tokio, quest’anno della caotica Cina, esattamente Shangai.

Come recita anche la locandina, tutti possono partecipare con un gesto di attenzione e  gentilezza verso noi stessi, gli altri o l’ambiente, con la certezza che basta poco per cambiare e migliorare il mondo in cui viviamo. Trasformate dunque questa giornata frenetica di inizio settimana in un giorno per riappropriarvi dei vostri tempi e spazi, tramite piccoli gesti e accorgimenti: dal godersi una sana colazione seduti al tavolo in cucina piuttosto che una tazza di caffè trangugiata al volo, ad una passeggiata per recarsi al lavoro, un saluto cortese e due chiacchiere con vicini di casa e colleghi che di solito si saluta di corsa o a malapena, un sorriso gentile invece del solito grugno in coda al supermercato o in macchina.

Nella città di Milano, la Giornata Mondiale della Lentezza è stata promossa in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente del Comune con numerosi “appuntalenti”: il 14 marzo, in anteprima, maratona lenta in piazza San Babila dalle 16.30 alle 18.30;  il 15 marzo i vigili lenti distribuiranno multe simboliche a chi supererà il limite di velocità (presenti anche psicoterapeuti e membri dell’Accademia del Gioco Dimenticato per parlare dell’importanza del gioco con i figli e gli amici e far giocare grandi e piccini).

L’organizzazione ha stilato anche alcuni “comandalenti” per trovare la velocità giusta nella vita, tra i quali oltre il tempo di una sana colazione ed evitare arrabbiature se in coda da qualche parte, spicca il recupero della cortesia, l’abitudine di salutare sempre, al bar, in ascensore, in ufficio, scrivere sms senza troppe abbreviazioni e  sapere dire qualche no,  per non riempirsi l’agenda di appuntamenti e attività, anche se piacevoli, cercando di serbare per noi dei momenti di vuoto. Evitiamo inoltre di cenare davanti alla televisione o di rimbambirci con lo zapping: meglio spegnere lo schermo e leggere il giornale o un buon libro. Evitiamo di complicarci la vita iscrivendoci ad una palestra all’altro capo della città e, quando non abbiamo voglia, evitiamo anche di correre a fare la spesa (sicuramente la dispensa non è poi così vuota!); oppure possiamo cogliere l’occasione e andare nel negozietto vicino casa: si spenderà forse un po’ di più ma risparmieremo tempo e stress.

Soprattutto smettiamo di dire che non abbiamo tempo, al contrario dedichiamo tempo alle cose veramente importanti. Bisogna sempre serbare il tempo necessario per riflettere, giocare, pensare, leggere, amare, esser cortesi e sognare. E’ l’unico modo per essere felici e migliorare il mondo in cui viviamo.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Chi va piano va sano e va lontano

  1. avatar
    Valentina Gravina 15/03/2010 a 11:41

    io ho proprio seguito il consiglio…piano piano….

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews