Cassazione: i blog non sono stampa clandestina

Roma – I blogger italiani possono tirare un sospiro di sollievo. Una recente sentenza della Cassazione ha infatti posto fine a una diatriba che durava da tempo sullo status dei blog.

I giudici della Cassazione hanno infatti affermato in una recente sentenza, che i blog non costituiscono in alcun modo delle testate giornalistiche e, pertanto non hanno l’obbligo di registrazione presso i tribunali. Ma non solo. Altro punto a favore dei blogger è la totale insussistenza del reato di stampa clandestina, ancora previsto dal nostro ordinamento attuale, dalla legge n.47 del 1948.

Una decisione tanto attesa quella della terza Sezione della Corte presieduta da Saverio Felice, arrivata nell’ambito di una vicenda iniziata nel 2004, e che ha visto protagonista Carlo Ruta, in qualità di blogger su Accadeinsicilia.net . Dopo una querela da parte di un magistrato, Ruta era stato giudicato colpevole di stampa clandestina in primo e secondo grado, per aver pubblicato sul proprio blog dei documenti relativi all’uccisione del giovane giornalista Giovanni Spampinato nel 1972. Ieri è invece arrivata la definitiva assoluzione.

La sentenza assume senza dubbio un valore storico, chiarendo che in alcun modo un blog possa essere equipato a un prodotto editoriale. Malgrado questo passo avanti, la vicenda rimane comunque ancora da definirsi. La normativa è  infatti ancora ambigua, persiste  l’esigenza di una legge che garantisca la libertà di espressione anche sulle pagine di un blog.

Angela Piras

Foto: wakeupnews.eu

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews