Cassano e Bonucci ribaltano l’Estonia: l’Italia vince 2-1

Primi tre punti nel girone di qualificazione per Euro 2012. L’Italia di Prandelli va in svantaggio, ma riesce a ribaltare il risultato nella ripresa grazie ai goal di Cassano e Bonucci, entrambe nate dagli sviluppi di un corner. Complessivamente buona la prova degli azzurri, anche se manca ancora il gioco e in più di un’occasione è andata vicino a subire altri goal

di Marco Frattino

Piove allo stadio Le Coq Arena di Tallin, nonostante ciò i 10000 spettatori accorsi non hanno perso l’occasione di venire a tifare per i loro beniamini e vedere una squadra che appena 4 anni fa si laureava campione del mondo e che, in generale, ha contribuito in maniera non indifferente alla storia del calcio.

Prandelli schiera gli azzurri come preannunciato nella conferenza stampa di ieri, con un 4-3-3 composto da Sirigu, Cassani, Bonucci, Chiellini, Molinaro, De Rossi, Pirlo , Montolivo, Pepe, Cassano, Pazzini.

Antonio Cassano, in gol contro gli estoni

INIZIO PROMETTENTE - Azzurri che inizialmente approcciano bene al match e riescono a tenere bene il campo nonostante la pesantezza del terreno. Al 6° minuto gli azzurri che si fanno vedere in avanti, Cassano riesce ad eludere una marcatura sulla sinistra, crossa al centro, la palla attraversa tutta l’area, ma non c’è nessuno pronto ad intervenire. Al 13° c’è la controffensiva estone: errore della difesa azzurra, Vassilijev riesce a tirare da buona posizione all’interno dell’area azzurra ma la palla fortunatamente finisce lontana dalla porta. Tre minuti dopo è una buona giocata di De Rossi a creare un’occasione interessante, fornendo una palla in verticale per Pazzini, l’attaccante scarica il destro: il portiere estone respinge col corpo. A questo punto l’Italia inizia a controllare il campo e la partita fino alla mezz’ora del primo tempo.

VANTAGGIO ESTONE - Al 31° c’è una punizione da 30 metri battuta da Vassilijev: la palla rimbalza davanti a Sirigu che respinge male ed è facile per Zenjov ribattere in rete. Sorprendentemente, Estonia in vantaggio. Da qui in avanti l’Italia diventa la brutta copia di se stessa, diventando la squadra opposta a quella che per un terzo del match si era comportata più che discretamente. Al 38° Pazzini cerca di ridestare i suoi, che da posizione defilata si libera di un avversario in dribbling e tira in porta: il portiere estone respinge ancora una volta. Due minuti dopo ci prova Cassano. Il talento della Samp prova il tiro dal limite dell’area, ma il rasoterra si perde di poco a lato della porta di Pareiko. Allo scadere del primo tempo, ancora pericolosa l’Estonia, con l’italia sbilanciata in avanti, contropiede velocissimo degli estoni, Zenjov si invola verso Sirigu ma Molinaro salva tutto con una diagonale difensiva.

Inizia la ripresa, senza cambi tra le file azzurre,  ma il copione è quello della fine del primo tempo. Dopo appena 3’ l’Estonia va vicina al raddoppio: Puri parte dalla fascia destra, si libera dei suoi marcatori e lascia partire un gran tiro a giro di sinistro: la palla scheggia la traversa e finisce fuori a Sirigu battuto. Al 14’ mister Prandelli sostituisce Pepe per Quagliarella.

Leonardo Bonucci, marcatore della seconda rete contro l'Estonia

UNO DUE  – Un minuto dopo Pirlo batte un calcio d’angolo, al centro dell’area stacca tutto solo Cassano che non sbaglia. È il pareggio. Nemmeno il tempo di tirare un sospiro di sollievo che Molinaro si procura un altro corner, batte di nuovo Pirlo, questa volta dalla direzione opposta, palla bassa, grande colpo di tacco di Cassano che prolunga sui piedi di Bonucci, il quale non si lascia sfuggire l’occasione ed infila Pareiko. Vantaggio azzurro. In tre minuti l’Italia ribalta il risultato. È questo lo spirito giusto.

Prandelli sfrutta gli altri 2 cambi a sua disposizione, facendo entrare Antonelli per uno stremato Cassano e Palombo per Montolivo. L’Italia da questo momento in poi gioca con molta più tranquillità, controllando la gara, forte della consapevolezza di essere superiore alla formazione baltica.

BRIVIDI FINALI - Negli ultimi minuti l’Estonia si fa rivedere in attacco, dapprima al 41°con un lancio per Saag, che Molinaro chiude con una buona diagonale in corner, successivamente al 48° con un cross di Klavan dalla sinistra con Sirigu che riesce a smanacciare mettendo in corner. Sull’azione seguente si crea una mischia, batti e ribatti fino a che, in qualche modo, la difesa azzurra riesce a spazzare. Finisce praticamente qui il match.

Non dovrebbe essere una notizia per una nazionale come la nostra. Speriamo non lo sia in futuro. Prandelli ottiene così la prima vittoria da Ct della nazionale, ma per l’ex tecnico viola, c’è molto da lavorare.

Intanto, negli altri due  match del nostro girone, la Serbia ha battuto con un rotondo 3-0 la rappresentativa delle isole Far Oer mentre la Slovenia, un pò a sorpresa, si è fatta beffare tra le mura amiche dall’Irlanda del Nord.

Foto: www.sport.tanterisorse.com; www.bola.okezone.com; www.blogcalciatori.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews