Caso Marò. Per il governo di Kerala devono essere processati in India

NUOVA DELHI – Oommen Chandy, il Primo Ministro del Kerala, sostiene che i due marò italiani devono essere giudicati in India. Come riferisce la stampa locale, «la posizione è molto chiara e molto aperta: i due soldati italiani hanno commesso un reato nell’ambito della legge indiana e devono affrontare questo processo». Si attende, intanto, la decisione dell’Alta Corte del Kerala sulla giurisdizione del caso.

«La giustizia indiana – prosegue Chandy – è molto equa, molto aperta e molto indipendente». Il primo ministro ha poi dichiarato di non cambiare posizione anche nel caso di pressioni da Nuova Delhi per motivi diplomatici.

Il governo italiano, invece, sostiene che Massimiliano Latorre e Salvatore Girone devono essere giudicati nel loro paese d’origine. A tale scopo arriva oggi in India il sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura per seguire la vicenda da vicino.

I due marò sono in arresto dallo scorso 15 febbraio. L’accusa è quella di aver ucciso due pescatori indiani del Kerala dopo averli scambiati per pirati mentre erano in servizio sulla nave italiana Enrica Lexie.

(Foto: adnkronos.com / leggo.it)

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Caso Marò. Per il governo di Kerala devono essere processati in India

  1. Pingback: Caso Marò. Per il governo di Kerala devono essere processati in India | Made in India

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews