Carnevale 2014, sfilate e imperdibili tradizioni in giro per l’Italia

L'Italia intera si prepara a festeggiare il Carnevale: da nord a sud sarà un trionfo di colori e feste. Ecco le manifestazioni da non perdere

carnevale

L’Italia intera si prepara a festeggiare il Carnevale: da nord a sud sarà un trionfo di colori e feste (carnevale-venezia.net)

Subito dopo le festività natalizie è già tempo di Carnevale. Nata come festa pagana, questa ricorrenza è stata poi assorbita dalla religione cattolica poiché questo tipico periodo mangereccio che si concludeva con il Martedì Grasso, precedeva l’azione del carnem levare  - togliere la carne da qui “carnevale” – in vista del digiuno quaresimale. Oggi invece il Carnevale è una tradizione folkloristica che offre: festeggiamenti, manifestazioni, sfilate, maschere e giochi. Su e giù per lo Stivale si svolgono ogni anno grandi eventi, con città che accolgono ormai d’abitudine migliaia di turisti da tutto il mondo.

CARNEVALE DI VENEZIA – Nel capoluogo veneziano si farà baldoria dal 14 febbraio al 4 marzo per celebrare il Carnevale più famoso del mondo. Chi vuole entrare nel vero spirito  della festa veneziana può mascherarsi di tutto punto e partecipare al Concorso della maschera più bella 2014,  poi assistere al Volo dell’Angelo, e all’incoronazione della “Maria” più bella della città, da parte del Doge. Ogni grande celebrazione popolare ha bisogno della sua parodia e quindi ecco pronto il Volo dell’ Asino. Tutto questo vortice festivo si conclude poi il 4 marzo in Piazza San Marco con l’elezione finale della maschera più bella  e poi con la tradizionale Vogata del Silenzio: gondole e altre tipiche piccole imbarcazioni navigano lungo il Canal Grande alla luce delle case e dei palazzi circostanti, tutto in rigoroso silenzio. Al termine ci sarà uno spettacolo pirotecnico a chiusura della manifestazione.

CARNEVALE DI VIAREGGIO – Nato nell’ormai lontano 1873, sviluppatosi poi con i primi carri in movimento nel 1927 – le palpebre mobili di un Pierrot – quello di Viareggio, è un punto di riferimento per i carnevali in giro per il mondo. Dal 15 febbraio al 9 marzo è possibile gustare il vero sapore del carnevale emiliano, ammirando le attrazioni principali della kermesse: i carri allegorici. Purtroppo lo spettacolo delle sfilate di questi carri non è gratuito quindi bisogna premunirsi di biglietto per non restare a bocca asciutta. I carri sono perlopiù realizzati in cartapesta e rappresentano personaggi attuali in chiave satirica. Tra tutti i cortei distribuiti nelle diverse giornate, quello più importante si svolge di martedì Grasso, mandato persino in onda su Rai3. Per il grande finale, immancabili i fuochi d’artificio. Ogni anno personaggi illustri, vip, sportivi presenziano alla manifestazione che tra balli, canti, sfilate e festeggiamenti, riempie un mese di eventi diurni e notturni. Viareggio non è l’unica città famosa per i suoi carri allegorici, ma lo è a livello nazionale.

CARNEVALE DI IVREA – Se per Venezia si parla di location e manifestazioni in costume, per Viareggio si parla di carri, per Ivrea si parla di… battaglia! La cittadina piemontese avendo delle radici medievali molto evidenti, arreda, celebra, decora tutta la città e i suoi eventi, di un gusto passato davvero spettacolare. Come la storia ci insegna, il Medioevo fu un periodo storico tutt’altro che pacifico in cui i ricchi feudatari, sfruttavano e soggiogavano la povera popolazione riducendola alla fame. Così cominciarono varie scorribande cittadine che portarono a quello che è poi diventata la vera attrazione di tutta la manifestazione, che si attua ogni martedì Grasso: La Battaglia delle Arance. Feudatari su un carro ben protetto, lanciano e ricevono arance dal popolo a piedi, per un totale di 300.000 agrumi circa tirati. Non mancano feriti e contusi.

CARNEVALE NEL RESTO D’ITALIA – Una Battaglia più dolce è invece quella che offre il carnevale di Fano: dall’alto dei carri, ci sono persone che gettano sulla folla quintali di dolci per poi concludere la manifestazione con la maschera locale del Pupo, su cui gli abitanti di Fano scaricano tutte le loro responsabilità per la troppa permissività nei confronti dei loro figli, così infine bruciato il fantoccio in un rogo nella piazza centrale.  Il carnevale di Milano è l’unico in Italia a seguire il rito ambrosiano insieme ai normali giorni di festa. Anche qui sfilate di maschere locali come quella di Meneghino, in giro per la città con dolci e leccornie a volontà, attirano sempre più visitatori.

Claudia D’Agostino

@ClaDagostino87

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews