‘Capodanno a New York’, una piacevole vacanza dai Cinepanettoni

Nonostante il titolo, che avrà fatto correre un brivido di terrore e raccapriccio sulla schiena a più di un cinefilo, non si tratta di un ennesimo cinepanettone in trasferta ma di una pellicola americana che al posto di Boldi e De Sica vede tra i protagonisti star del calibro di Robert de Niro e Michelle Pfeiffer.

Capodanno a New York è diretto da Garry Marshall, regista che i più romantici ricorderanno per film come Pretty Woman e Se Scappi ti Sposo. Marshall riadatta il modello della sua pellicola precedente Appuntamento con l’amore, con cui Capodanno a New York condivide la struttura a episodi che va a comporre un quadro complessivo sulla vita sentimentale che impazza nella romantica metropoli. Un Film ambientato durante la vigilia di capodanno del 2010 a New York in cui vari personaggi intrecciano le proprie storie, i propri sentimenti e i propri destini.

Una storia corale, dunque, che segue parallelamente le vicende di più personaggi in un alternanza di momenti toccanti, situazioni brillanti e gustosi siparietti. Una commedia frizzante che va a toccare una grande varietà di temi: dall’amore al perdono, dalla paura del futuro al coraggio di dare un taglio con il proprio passato per guardare avanti.

Le storie, vista la smodata quantità di personaggi, forse non sono approfondite come avrebbero meritato, ma il punto forte del film è proprio in questo cast sovrabbondante di stelle: a partire dal veterano Robert De Niro, Michelle Pfeiffer, Zac Efron, Sarah Jessica Parker fino ad arrivare alla giovanissima Abigail Breslin (la deliziosa protagonista del film rivelazione Little miss Sunshine). Un cast, insomma, che non fa difficoltà ad abbracciare generazioni (e pubblici) diverse.

Nonostante questa parata di stelle il film è stato pesantemente snobbato alla sua uscita in America: 5 milioni d’incasso nel weekend della sua uscita, salvo poi stabilizzarsi sui 13 a fronte di una previsione d’incasso di 14,5 milioni di dollari. Il gusto italiano però a volte ha premiato pellicole che non hanno ricevuto un accoglienza propriamente entusiastica negli Stati Uniti, quindi non è detto che la pellicola si riveli un insuccesso anche qui da noi.

Una curiosità degna di nota: questo è il primo film a riprendere dal vero il countdown presso Times Square in 106 anni di Storia.

Capodanno a New York uscirà nelle sale italiane poco prima di Natale, il 23 dicembre. Un film che non promette chissa quali rivelazioni esistenziali o chissa quali riflessioni profonde ma si colloca anni luce dall’umorismo becero e dalla trivialità degli inevitabili cinepanettoni con cui ormai da decenni sono costretti a fare i conti gli spettatori italiani. Una commedia romantica che in altri periodi dell’anno avrebbe lasciato indifferenti ma che proposta in questi periodi di festività, rappresenta certamente una valida alternativa al trappolone cinematografico natalizio (quest’anno rappresentato dalla doppia minaccia di Pieraccioni e Cristian De Sica, con Boldi fermo a questo giro).

 

Davide Schiano di Coscia

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews