Cannabis: i cronici vomitano spesso e i rimedi sono molto bagni caldi

cannabis

Fare uso di cannabis è sempre sbagliato. Chi dice che la cannabis fa meno male, ad esempio, delle sigarette, dice una balla bella e buona. Non credete a chi scrive questo pezzo? Benissimo, credete allora al sito danno.ch che scrive testualmente: «Visto che il fumo è generalmente tenuto più a lungo nei polmoni, una canna è più nociva di una sigaretta». E a proposito di cannabis, nel Regno Unito è stato riportato qualcosa di davvero bizzarro: chi fa un grande uso massiccio di cannabis può ammalarsi gravemente e per alleviare il dolore si dovrebbero fare frequenti bagni caldi. A riportarlo è il noto tabloid britannico Daily Mail (ecco il link).

MAGGIOR CONSAPEVOLEZZA - I sintomi della malattia includono dolore allo stomaco, nausea, vomito, e per stare meglio si arriva a fare il bagno in acqua molto calda fino a cinque volte al giorno. Almeno due casi di questa sindrome chiamata CHS sono stati segnalati in Gran Bretagna. Precedentemente, riporta il Daily Mail, nella letteratura medica sono stati riportati 10 pazienti in Australia, nel 2004. Nella rivista medica GHFBB si è scritto che una miglior consapevolezza di questa condizione si tradurrebbe in un minor numero di ricoveri in ospedale e si potrebbero fornire ai pazienti la giusta motivazione per astenersi dall’uso della cannabis.

SINTOMI SCOMPAIONO - Il Daily Mail ha riportato il caso di un ventunenne ricoverato a causa del suo vomito abbondante in sette occasioni in un periodo di appena due anni, ma i suoi sintomi non si sono ripresentati quando ha smesso di assumere stupefacenti. In molti casi è stato riportato che i pazienti hanno passato molte ore nella vasca da bagno per stare meglio. I medici dello stato del Colorado – dove la cannabis è stata legalizzata – sospettano che alcuni dei casi di estrema nausea fossero stati causati da un uso cronico della cannabis.

Insomma, non date retta a chi dice che la cannabis è utile per eliminare il senso di nausea. È esattamente il contrario.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Cannabis: i cronici vomitano spesso e i rimedi sono molto bagni caldi

  1. avatar
    Onofrio 01/09/2015 a 11:17

    Gentile Giacomo Cangi,

    la letteratura scientifica porta ampie e esaurienti prove dell’efficacia come antiemetici dei preparati della cannabis. La “chs” o sindrome dell’iperemesi da cannabis, è stata effettivamente riscontrata in una esigua minoranza dei consumatori, e comunque solo tra coloro che ne fanno un uso massiccio e continuato.
    In ogni caso, il paragone con le sigarette non è opportuno, visto e considerato che mentre smettendo l’uso continuato di cannabis i sintomi spariscono, il rischio di contrarre cancro in diversi organi a causa del fumo di tabacco non cala se non dopo anni dall’ultima sigaretta. In ogni caso, se il paziente ha già un tumore, purtroppo non basta smettere di fumare per farlo passare, mentre per la chs basta smettere. Ne tragga le sue conclusioni.

    Rispondi
  2. avatar
    armando 02/09/2015 a 17:17

    Caro Sig. Cangi,
    La ringrazio sentitamente per avermi procurato 15 minuti di risate ininterrotte. Ben due casi in UK e dieci in Australia. Non c’è che dire: su una platea di milioni di assuntori non poteva portare un esempio più ridicolo.
    Dal punto di vista emotivo ha sicuramente avuto più effetto Lei di quanto potrebbe averne la cannabis.
    Cordialità.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews