Cani nei cimiteri: anche Genova vuole aprire ai quattro zampe

cani nei cimiteri

Hachiko, ancora oggi in Giappone, è un emblema di affetto e lealtà (foto: huffpost.com)

Livorno – Se ne era parlato a dicembre e la notizia aveva creato scalpore. I livornesi potranno recarsi nei cimiteri comunali accompagnati dai loro quattro zampe, una prova della durata di sei mesi che entrerà in regime nel caso in cui non crei disagi. Un modo semplice anche per dare sicurezza, magari, alle persone anziane che, dovendo affrontare un percorso più lungo rispetto al solito, si sentirebbero più sicuri avendo il proprio amico peloso al fianco. Niente cambia rispetto alla normale passeggiata in città, andare non cimitero, non potrà essere interpretato come una scampagnata: Fido dovrà essere sempre tenuto al guinzaglio lungo al massimo un metro e mezzo, i padroni dovranno essere muniti di museruola, nel caso in cui gli addetti della struttura chiedano di metterla al cane. Gli amici umani, invece, dovranno essere muniti di paletta e buste per raccogliere le feci e sarà vietato l’accesso in zone piastrellate in marmo, difficile da pulire.

ANCHE GENOVA SEGUE LIVORNO - Dati i recenti provvedimenti che hanno permesso ai cani di entrare in vari esercizi pubblici, come ad esempio anche in ospedale in rari casi, anche Genova, sulla scia di Livorno, vorrebbe estendere il permesso di entrare nei cimiteri, concesso già ai cani dei non vedenti, anche agli altri quattro zampe. Secondo l’assessore alla legalità del capoluogo ligure, Elena Fiorini, l’obiettivo è quello di salvaguardare la tutela degli animali e il loro legame con la persona defunta mantenendo il decoro nella necropoli.

HACHIKO HA ASPETTATO 9 ANNI - Hachiko è il cane di razza Akita che è diventato famoso a seguito del film del 2009 diretto da Lasse Hallström. Pochi sapevano che la storia non è stata frutto dell’immaginazione del regista, ma è uno degli esempi di fedeltà nei confronti del padrone più conosciuti al mondo. Dopo la morte improvvisa dell’uomo, per quasi dieci anni, Hachiko si recò ogni giorno alla stazione dove il suo amico prendeva il treno per raggiungere il posto di lavoro. La storia ha commosso l’intero paese: Hachi in Giappone è un emblema di affetto e lealtà, tanto che nel 1934 uno scultore locale costruì una statua in bronzo con le sembianze del cane, posta nella stazione di Shibuya, a Tokyo.

CAPITAN VIVE SULLA TOMBA DEL PADRONE - Quello di Hachiko non è un caso isolato. Questa volta il protagonista è un pastore tedesco di Villa Carlos Paz nell’Argentina centrale. A seguito della morte del padrone, nel 2006, Capitan, questo è il nome del quattro zampe, riuscì a fuggire dopo il funerale dell’amico umano facendo perdere completamente le sue tracce fino a quando, in occasione di una visita al cimitero, il cane fu trovato addormentato accanto alla tomba dell’amico umano.

I PRECEDENTI - C’è ancora chi si ostina a insistere sul fatto che i cani non abbiano un’anima, queste storie dicono tutto il contrario. Huachito è l’Hachiko boliviano. Da circa cinque anni aspetta di poter vedere il padrone a Cochabamba, proprio nell’angolo in cui quest’ultimo è morto in un incidente stradale in moto. Anche la cittadina di Tonara nel Nuorese sta vivendo una situazione simile: un piccolo meticcio, soprannominato dagli abitanti del luogo Senzanome, continua a vegliare la tomba del suo amico umano. Il giorno del funerale, ha seguito il corteo dalla chiesa fino al cimitero e, non appena finita la cerimonia, si è accovacciato immobile sulla tomba del suo padrone.

NON SOLO CANI MA ANCHE GATTI - Ma non solo i cani provano sentimenti forti nei confronti dei loro amici umani. Anche i gatti hanno dimostrato di riuscire a instaurare rapporti speciali con i bipedi. Da quando è morto il suo padrone, Toldo, un gattone bianco e grigio di tre anni, ogni giorno si reca sulla tomba del suo umano portando bicchieri di plastica, fazzoletti di carta o foglie come se fossero dei doni, abbandonandoli sulla lapide del padrone scomparso a 71 anni.

foto homepage: giornalettismo.com

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews