Canada. La riserva d’acqua più antica del pianeta risale a 2,5 miliardi di anni fa

canada riserva d'acqua

11 milioni di chilometri cubi: tanto è ampio il bacino primordiale che un team di studiosi ha scoperto nelle profondità di una miniera (Dolcecanada.it)

Toronto – Il bacino d’acqua più profondo e antico del pianeta è stato rilevato a 2,4 km sotto la superficie nelle profondità di una miniera del Canada ed è antico circa 2,5 miliardi di anni. A fare la scoperta è stato un team di studiosi che ha presentato la ricerca al convegno autunnale Geophysical Union e pubblicata sulla rivista Nature. La Bbc ha approfondito la scoperta che sta interessando il mondo della geologia e della speleologia, raccontando quanto segue.

PROFONDITA’  - Per i ricercatori, che negli anfratti della crosta terrestre ci fossero delle riserve d’acqua inviolate, non è una novità. Quel che risulta nuovo è il volume di liquido che il bacino sotterraneo conterrebbe: 11 milioni di chilometri cubi (2,5 milioni di cu miglia), una gigantesca riserva naturale la cui portata complessiva sarebbe maggiore di tutta la superficie liquida emersa (fiumi, paludi e laghi).

IDROGENO – Ancora più sensazionale è stato lo studio all’origine della scoperta. Il team di studiosi si è avvalso dei dati di 19 siti minerari esaminati all’interno del programma Carbon Observatory, nato con lo scopo di calcolare la quantità di idrogeno prodotta dalle reazioni chimiche dell’acqua a contatto con le rocce. Si è notato  così che la presenza di gas elementare era molto maggiore del previsto, inizialmente stimata intorno allo zero. Sicché i valori aumentano. Spiegano i ricercatori: «La produzione di idrogeno nella crosta continentale è uguale a quella prodotta nella crosta oceanica. Ciò raddoppia la stima di idrogeno prodotto sulla Terra». Non solo.

LA VITA – La presenza di tali quantità di idrogeno lascia ipotizzare anche l’esistenza di forme di vita giacché l’idrogeno è una potenziale fonte di cibo.

La scoperta di un bacino acquifero di 11 milioni di chilometri di volumi apre nuovi scenari scientifici. Secondo la professoressa Barbara Sherwood Lollar, dell’Università di Toronto, Canada: «Si tratta di una grande quantità di roccia che a volte abbiamo trascurato, ma che può rivelarci alcuni processi del passato; le rocce più antiche contengono dei record di liquido e l’atmosfera delle prime parti della storia della Terra. E allo stesso tempo ci forniscono informazioni sulla chimica (necessaria) per supportare la vita».

Perciò, secondo la Sherwood Lollar, non è eccessivo riferirsi a questo enorme bacino come un «gigante addormentato» di cui si coglie appena un lontano brontolio dal sottosuolo che ancora non è stato completamente definito.

canada riserva acqua

La gigantesca riserva d’acqua si torva sotto il mantello terrestre e raddoppia la stima di idrogeno del pianeta (Improntaunika.it)

SOTTO I PIEDI – Il professore Chris Ballentine, docente dell’Università di Oxford, UK, mette invece il dito sulla datazione dell’ ‘acqua antica’. Infatti, continua Ballentine, è incredibile come il liquido si sia raccolto e sia stato conservato così a lungo a certe profondità, il che impone una riflessione su ciò che accade «in basso, sotto i vostri piedi; è più eccitante che (pensare) solo a qualche roccia».

Secondo la Sherwood Lollar, la  prospettiva scientifica verrà fortemente condizionata da questa nuova scoperta: questo «ci dà un cambiamento radicale nella comprensione di come gran parte della crosta terrestre potrebbe effettivamente essere abitabile e ha abbastanza energia per sostenere la vita sotto la superficie. Vogliamo ora seguire una ‘mappa del tesoro’, andare per questi siti e capire quanto ampia possa essere questa idrosfera, quale sia la sua datazione e quali differenze possano esistere tra i tipi di vita che potremmo trovare», per afferrare quale sia il limite della vita nel pianeta.

Chantal Cresta

Foto || improntaunika.it; canadadolcecanada.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews