Caldo record in India: sacrificio umano per propiziare la pioggia

A causa del caldo record che sta provocando gravi danni alle coltivazioni in India, un uomo è stato vittima di un sacrificio umano per propiziare la pioggia

Una veduta del villaggio di Gumla, a circa 450 km da Calcutta (www.pixnepal.wordpress.com)

Una veduta del villaggio di Gumla, a circa 450 km da Calcutta (www.pixnepal.wordpress.com)

GUMLA, INDIA – Vittima di un sacrificio umano per propiziare la pioggia, Thepa Kharia, un disoccupato di cinquantacinque anni, è stato trovato decapitato all’interno della sua abitazione dalla polizia, intervenuta dopo che il fratello di Thepa ne aveva denunciato la scomparsa domenica scorsa. La testa, invece, non è stata ancora ritrovata: secondo gli abitanti del villaggio sarebbe stata sepolta in mezzo ad un campo per favorire il ritorno della pioggia.

SACRIFICIO UMANO PER PROPIZIARE LA PIOGGIA – Da più di una settimana ormai l’India è stata colpita da una ondata di caldo mortale, per la quale sono morte oltre duemila persone.  Soprattutto negli Stati sud-orientali le temperature hanno sfiorato i 50°, facendo completamente liquefare anche l’asfalto delle strade. Nelle grandi città, come Calcutta o Nuova Delhi, gli esperti consigliano di non esporsi al sole soprattutto nelle ore più calde, di coprire la testa e di bere molta acqua.

L'asfalto liquefatto nelle strade di città

L’asfalto liquefatto nelle strade di città

Ma nei villaggi come Gumla, che si trova a circa quattrocentocinquanta chilometri da Calcutta, la maggior parte della popolazione lavora nei campi da mattina a sera e i consigli per evitare il caldo non vengono seguiti. Perciò, benché inusuali nelle grandi città indiane, i riti occultisti sono ancora diffusi nei villaggi delle zone più remote del continente: probabilmente Thepa Kharia è stato vittima di un sacrificio umano rivolto agli dei per propiziare la pioggia. Non ci è dato sapere se la vittima fosse d’accordo o meno con gli abitanti del villaggio.

LE INDAGINI DELLA POLIZIA – Le autorità indiane non hanno molti dubbi sul fatto che si sia trattato di un sacrificio agli dei: infatti il corpo dell’uomo decapitato è stato trovato all’interno della casa, mentre la testa è stata portata altrove, segno inequivocabile del dono alle divinità. È anche molto probabile che, come hanno suggerito gli abitanti del villaggio, la testa si ritrovi in mezzo ad un campo perché, oltre a propiziare la pioggia il sacrificio dovrebbe servire anche per favorire la rinascita dei raccolti, cancellati quasi del tutto dalla persistente siccità.

Mariangela Campo

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Caldo record in India: sacrificio umano per propiziare la pioggia

  1. Pingback: India:50enne vittima di sacrificio umane per propriziare la pioggia | Misteri e Controinformazione – Newsbella

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews