Calderoli: ‘Abolirei il primo maggio. Festività 17 marzo? Porterà voti alla Lega’.

«I patti erano chiari. Quando fu approvata la legge sui 150 anni avevamo avvertito: via libera, ma senza feste civili. Così non è stato». È un Calderoli seccato, quello che risponde ai cronisti che lo stuzzicano sulla conferma della festività civile del 17 marzo 2011, per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Il ministro per la Semplificazione Normativa non si ferma lì: «Anche la festa dei lavoratori andrebbe celebrata lavorando, a questo punto ce ne sarebbe la necessità. Non ci sono stati ordinativi per le aziende e, ora che gli ordinativi arrivano, ecco una festa aggiuntiva a spezzare il ritmo della produzione».

La festività del 17 marzo, inoltre, secondo Calderoli porterà ulteriori voti alla Lega, perché «si dimostrerà che l’Italia non è divisa in due, ma in tre tronconi».

Redazione

Foto homepage: bergamosera.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews