Caduta muro di Berlino. Una cortina di 8.000 palloncini per i 25 anni

Dalla “cortina di ferro” a quella “luminosa“. La Germani si appresta a festeggiare la caduta del Muro di Berlino “innalzando” una nuova barriera, fatta non di mattoni da buttare giù a picconate, ma di 8000 palloncini luminosi. A 25 anni dall’unificazione di Berlino Est con Berlino Ovest, i 15 kilometri del vecchio tracciato torneranno a solcare la città, come un vecchio fantasma. Da qui il nome “Ghosts of Berlin Wall“.

25 ANNI FA LA CADUTA DEL MURO DI BERLINO

Tra il 7 e il 9 novembre Berlino sarà quindi nuovamente divisa, simbolicamente, per ricordare quei 40 anni che hanno segnato non solo una città ma anche il confine tra Oriente e Occidente in Europa. Due mondi, due visioni diverse della società, due sistemi sociali contrapposti in quella passata alla storia come Guerra fredda.

Era il 13 agosto del 1961 quando in una sola notte fu costruito il Berliner Mauer, ufficialmente chiamato antifaschistischer Schutzwall (barriera di protezione antifascista). Prima il filo spinato, poi cemento e mine antiuomo. Secondo gli studiosi furono più di 200 le persone uccise nel tentativo di scavalcare il muro per andare dall’altra parte. Solo il 9 novembre 1989, dopo i disordini pubblici che si seguivano da settimane, il Governo della Germania Est annunciò che le visite nell’Ovest sarebbero state permesse. Fu l’inizio del processo che portò alla riunificazione tedesca conclusasi il 3 ottobre 1990.

Berlino palloncini illuminati

L’INSTALLAZIONE 

“Gosts of Berlin Wall” è un’installazione chiamata Lichtgrenze di quasi 17 chilometri progettata dall’artista Christopher Bauder e coordinata da Marc Bauder. Un percorso illuminato a LED lungo i quali verranno proiettati, in 6 luoghi chiave, filmati storici sulla vita in quelle stesse zone durante la divisione della città. Lungo la parete luminosa si potranno anche leggere storie e aneddoti personali di chi ha vissuto quegli anni, per non dimenticare la brutalità della separazione e ghettizzazione. I tentativi di seppellire il passato sono infatti sempre dietro l’angolo.

Il cuore di Berlino sarà temporaneamente diviso  da Bornholmer Strasse a Mauerpark, passando per Bernauer Strasse, il Reichstag, la Porta di Brandeburgo e Checkpoint Charlie.

Redazione

Foto | WHITEvoid

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews