Burak Karan, la promessa del calcio tedesco morta in Siria

burak karan

Burak Karan con la maglia della Nazionale tedesca e da combattente in Siria

Dal calcio ad alti livelli ai campi di battaglia: una storia drammatica quella che ha come protagonista Burak Karan, 26 anni, ex talentuosa promessa del calcio tedesco, dell’Amburgo e dell’Hannover ’96, deceduto in Siria nei combattimenti tra ribelli e le truppe del regime. Karan era una delle più luminose promesse del calcio tedesco, con sette presenze fra Under 17 e Under 16 tedesca, al fianco di celebri calciatori del calibro di Sami Khedira e Kevin Prince-Boateng. Karan, come raccontato oggi dai media tedeschi, era giunto in Siria nei mesi scorsi, sembrerebbe per combattere contro le forze del regime di Assad.

GIOVANE PROMESSA – Una bomba ha però posto fine alla sua vita, in un villaggio non distante dal confine turco. La notizia è stata confermata dal fratello di Karan al quotidiano tedesco Bild. Nel 2008, l’allora giovane promessa Karan aveva abbandonato improvvisamente il mondo del pallone. «Soldi, carriera, non erano cose importanti per lui – racconta il fratello alla Bild, quotidiano tedesco che oggi ha portato questa storia in prima pagina – Era sempre su internet, a seguire le notizie dalle zone di guerra. Era angosciato per le vittime».

Il tecnico dell’Aachen (l’ultimo club in cui ha militato il ragazzo) conferma che Karan avrebbe potuto guadagnarsi da vivere tranquillamente col calcio. Il giocatore si sarebbe avvicinato ai movimenti jihadisti, prima con raccogliendo fondi, poi trasferendosi con moglie e due figli, in Turchia, vicino al confine con la Siria.

L’INCHIESTA – Le circostanze del decesso di Karan sono ancora poco chiare, così come il suo ruolo nelle milizie armate che si battono contro il regime. Secondo il fratello, Burak era partito per la Turchia per portare medicine, per assicurarsi il loro arrivo a destinazione. La famiglia mantiene il riserbo, cercando di far luce sulla vicenda, mentre la procura federale di Wüppertal ha aperto un’inchiesta, per scoprire la verità su Karan e su eventuali legami con Al Qaeda.

Foto homepage: repubblica.it

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews