Buon capodanno cinese! Cosa c’è da sapere sull’anno della Capra Blu

La Cina è in festa per il capodanno lunare, tra tradizioni, oroscopi, festeggiamenti e politica. Inizia l'anno della Capra

105967-sd

Oggi, 19 febbraio 2015, è il primo giorno del nuovo anno lunare, conosciuto in Cina come festa di primavera, o semplicemente capodanno cinese. Non è festeggiato solo in Cina ma anche in Giappone, Taiwan, Corea e nel sud est asiatico. Con la crescita dell’economia cinese e della diaspora cinese aumenta senza sosta anche la visibilità internazionale delle celebrazioni. Quest’anno gli auguri di buon anno nuovo sono arrivati anche dal Segretario Generale dell’Onu Ban Ki Moon e da molti leader mondiali.

LA TRADIZIONE – La leggenda narra che una bestia mitologica imperversi sulla Cina e faccia razzie per un anno, ed è scacciata l’ultimo giorno da un mendicante. Era quindi un obbligo chiudersi in casa apponendo alla porta strisce di carta rosse e lanterne illuminate per evitare l’avvicinarsi degli spiriti. I festeggiamenti arrivavano dopo, una volta cacciati il mostro e gli spiriti maligni.

Festa delle lanterne

Festa delle lanterne

IL PRESENTE – Oggi le tradizioni sono cambiate molto: l’anno nuovo è salutato riversandosi in massa nei templi a pregare e nelle piazze a lanciare fuochi d’artificio, giocare d’azzardo e visitare amici e parenti. I giorni successivi tocca alla pulizia della casa al quindicesimo giorno dell’anno nuovo, la Festa delle Lanterne. Ma per i cinesi, la festa di primavera è prima di tutto una festa in cui si riunisce tutta la famiglia sparsa per il Paese. E si riunisce per mangiare: obbligatori gli involtini primavera, ma anche, per complesse ragioni mitologiche o di superstizioni legate ai caratteri con cui si scrivono, pesche, pollo, anatra, maiale, pesce, e una torta di fine anno.

cibo festa primavera

Banchetto in occasione del capodanno cinese

LE CITTÀ CINESI – Per contrastare l’inquinamento invernale le autorità cinesi hanno chiesto di limitare l’uso dei fuochi d’artificio che tutti aspettano con ansia. In Cina i giorni a ridosso del capodanno lunare sono festa nazionale che comportano grandi celebrazioni e esodi in massa: si conteranno oltre 3,5 miliardi di spostamenti nei 40 giorni del capodanno. Pechino si è trovata semideserta per l’esodo massiccio di chi nella città lavora ma torna al proprio paese natale per incontrare la propria famiglia.

A Shanghai la festa è stata amara per molti, ricordando la tragedia del capodanno ambrosiano. Le autorità locali hanno invitato tutti a festeggiare pacatamente e a non esagerare con i fuochi d’artificio. Ma per tutti i businessmen single di Shanghai è stato predisposto un servizio di noleggio partner, in modo da stroncare sul nascere invadenti domande di familiari e parenti. Anche a Hong Kong le celebrazioni hanno conosciuto una nota amara. In un chiaro riferimento a Occupy Central e al movimento degli ombrelli Chun-ying Leung, governatore della città, ha chiesto ai cittadini di accogliere l’anno della capra cercando di essere «più capre», mansueti e accomodanti.

OROSCOPO – Contrariamente a quanto generalmente si crede, in Cina l’oroscopo non include soltanto dei segni zodiacali ma anche un complesso richiamo a tempi e modi in cui si è nati, che comportano una fitta rete di richiami a elementi e colori. Quest’anno sarà l’anno della capra blu: consigliato indossare qualcosa di blu e stare molto attenti alle superstizioni e ai rituali connessi all’oroscopo di quel segno (lo trovi qui). Dato che secondo la leggenda, la capra blu è la bestia mitologica che imperverserà sulla Cina, sarà un anno sfortunato per chi è nato sotto il segno della capra (2003, 1991, 1979, ecc.).

cina capodanno

DOVE FESTEGGIARE IN ITALIA – Tutti i ristoranti cinesi che si rispettano saranno felici di darvi l’opportunità di assaporare un menù di fine anno. In molte città d’Italia poi, la comunità cinese si occupa di organizzare festeggiamenti pubblici.

MILANO – Domenica 22 febbraio la ormai tradizionale parata di capodanno, con oltre 400 figuranti fra scuola di kung fu, draghi e leoni. Appuntamento alle 10:30 in piazza Gramsci per l’anteprima, o alle 14 in via Paolo Sarpi.

PRATO – La più densa comunità cinese del Belpaese festeggerà con due sfilate tradizionali con fuochi d’artificio: sabato 28 febbraio nella zona industriale a partire dalle 09:30 in via Toscana, e domenica 1 marzo in centro dalle 09:30.

ROMA – Nella capitale i festeggiamenti ufficiali sono partiti il 12 febbraio e culminano col cenone del 18 febbraio e una folta esibizione di artisti e musicisti al Teatro Orione il 19 febbraio.

 

Insomma ce n’è per tutti: 新年快乐!

Alessio Perrone

@alessioperrone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews