Bufera in Usa: bimba cacciata dalla scuola perché ha due madri

Usa: bimba cacciata dalla scuola perché figlia di due mamme. Sui Social è polemica

San Diego – Una bambina di cinque anni è stata espulsa da una scuola statunitense perché figlia di una coppia gay. Dalle fonti internazionali esplode come una bomba a orologeria la storia della bimba cacciata dalla scuola perché ha due madri. E molti si chiedono che colpa abbia un’innocente per arrivare a essere rifiutata da un centro educativo, un luogo di crescita che promuoverebbe il progresso intellettivo e culturale dell’individuo.

BIMBA CACCIATA DALLA SCUOLA PERCHÉ HA DUE MADRI - A denunciare l’accaduto le due mamme della bimba, Sheena e Lashaune, la cui vicenda ha infervorato i sostenitori dei diritti LGTB e diviso l’opinione pubblica. I fatti sono accaduti durante i primi giorni di settembre a San Diego. Le due mamme sono state contattate dalla segreteria della Mt. Erie Christian Academy – istituto che aveva dapprima accettato l’iscrizione della bimba – per avvisarle del fatto che la loro figlia non avrebbe più potuto partecipare al campo estivo pre-accademico della scuola religiosa.

LA DIFESA DELLA SCUOLA RELIGIOSA - Le mamme sconvolte hanno denunciato l’accaduto ai media locali, ma la scuola religiosa si è prontamente difesa dalle accuse di omofobia, diffondendo la propria normativa interna. Il preside dell’istituto cristiano ha dichiarato che la bimba non è stata ammessa ai corsi scolastici in quanto si è verificato un problema con la revisione della sua domanda d’iscrizione.

Le specifiche dell’errore sorto durante la fase di ammissione della bambina non sono state rivelate, anche se la scuola ha pubblicamente comunicato che, nella sua regolamentazione interna, è presente la clausola secondo cui l’istituto si serba il diritto di espellere o non ammettere uno studente per qualsiasi motivo.

I GAY NON POSSONO ENTRARE - Dal comunicato della scuola cristiana si evince chiaramente che uno dei motivi principali di espulsione dall’istituto è l’immoralità sessuale, intesa come omosessualità: se i genitori dello studente o l’alunno stesso sono gay o transgender, essi non hanno il diritto di iscriversi alla Mt. Erie Christian Academy, in quanto il loro stile di vita cozza con i principi morali della scuola. La scuola è privata e si appella al proprio diritto di selezionare gli studenti in base al credo religioso.

LA TEMPESTA MEDIATICA – Il profilo Facebook dell’istituto è stato tempestato dai post di utenti schieratisi a favore delle due mamme gay, sentitesi umiliate e discriminate dallo staff di un centro educativo. Molti utenti hanno attaccato l’atteggiamento conservatore della scuola, ritenendo che l’educazione sia aperta a tutti, a prescindere dall’orientamento sessuale di un individuo.

Secondo la sua regolamentazione interna, la scuola si serba il diritto di non accettare studenti figli di coppie gay

Nonostante la scuola cristiana si sia difesa a spada tratta, sostenendo il  proprio diritto di selezionare gli studenti anche in base all’orientamento sessuale, le due mamme hanno deciso di procedere per le vie legali, avviando una causa contro l’istituto per la difesa dei diritti civili. Intanto dalla pagina Facebook dell’istitito tuona la frase di un utente, che con ‘God loves everybody’ apre le danze a una diatriba senza fine su quanto la Chiesa debba o non debba avvicinarsi alla comunità gay.

Intanto, in tutto questo calderone mediatico dove chi parla di amore libero litiga con chi crede nella sacralità del matrimonio etero, a pagare il conto c’è solo lei, la bimba cacciata dalla scuola perché ha due madri.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews