BSB3, l’album della maturità per i Bud Spencer Blues Explosion

bud spencer BSB3 foto -

Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio, i Bud Spencer Blues Explosion (foto via www.facebook.com/BudSpencerBluesExplosion)

I Bud Spencer Blues Explosion stanno per tornare nei negozi di dischi: dopo il successo del This Is Not A Show Tour (alla cui data di Mezzago abbiamo assistito con piacere), il duo romano formato dalla virtuosa chitarra di Adriano Viterbini e dalla deflagrante batteria di Cesare Petulicchio sta per pubblicare la terza fatica discografica in studio, intitolata BSB3. Anticipato dal singolo Duel, BSB3 si annuncia come una fondamentale tappa nell’evoluzione musicale della band romana: nel già citato mini tour i due ragazzi hanno infatti presentato alcuni dei brani che compongono il nuovo album, mostrando come la loro proposta musicale stia attraversando una progressiva evoluzione, nella quale la matrice blues di fondo viene contaminata a seconda delle occasioni da una miriade di influenze, umori, sensazioni e stili diversi. BSB3 si annuncia quindi come l’album più variegato della fin qui breve (ma intensa) carriera della band. Ma veniamo subito a un’analisi più approfondita dei singoli brani.

SPAZIO ALLA SPERIMENTAZIONE – La già citata Duel apre le danze: un riff allucinato, chiuso e distorto, costruito su una batteria ossessivamente regolare, prima di un ritornello che aumenta il respiro di un brano colmo di groove e profondità, culminanti nella serrata parte finale. Segue Mama, un blues massiccio dal ritornello sincopato e singhiozzante, caratterizzato da un finale dove il bottleneck di cui Viterbini è un grande virtuoso dona una certa densità pastosa. Hey Man bazzica territori blues elettrici sperimentali con chitarra e linea vocale che vanno a braccetto, prima di un ritornello aperto, un assolo saltellante e un finale di potenza allo stato puro: un brano assolutamente e piacevolmente eclettico, uno dei capitoli più riusciti del disco. Si prosegue quindi con Rubik, un breve brano costruito su un riff semitonale, prima di Miracoli, uno sconfinamento in territori pop, dove una strofa di accordi ancora una volta sincopati anticipa un ritornello grasso e pesante.

TECNICA E GROOVE – Camion è un profondo strumentale ricco di intensità (un altro grande capitolo di un disco eclettico e variegato), dove leggeri sentori riconducibili a Pink Floyd e Dire Straits si mescolano amabilmente con un sofferto blues trascinato, chiara derivazione di Goldfoil, il disco solista di Viterbini. Con la successiva No Soul i Bud Spencer Blues Explosion camminano su territori già battuti in passato dai White Stripes: un brano di violento blues elettrico, incalzante e ricco di ritmo e groove.

bud spencer BSB3 -

La copertina di BSB3 (foto via: www.facebook.com/BudSpencerBluesExplosion)

Croce è un marcio blues galoppante, serrato e potente, condito da un lunga parte strumentale finale nella quale il duo si esibisce in un concentrato di tecnica, dinamismo, e intesa. Inferno Personale è una breve semiballata rock blues malinconica e sofferta che entra nel cuore senza uscirne più, impreziosita inoltre da un bellissimo crescendo finale. Si arriva quindi alla fine con Troppo Tardi, una splendida ballata dolcissima e triste, e con la conclusiva allucinata Mama (reprise).

L’ALBUM DELLA MATURITA’ – BSB3 è un disco assolutamente spettacolare, dove i Bud Spencer Blues Explosion danno sfoggio di tutta la loro bravura, del loro incredibile gusto, e dell’innato senso del groove che ha da sempre contraddistinto la musica dei due ragazzi romani. Viterbini e Petulicchio hanno proseguito quel percorso musicale, già iniziato nei due precedenti ottimi album, che si sintetizza in una ricerca costante di nuove sonorità, stili, impressioni: spazio alla sperimentazione, con sconfinamenti mai banali nel pop e nel rock più classico, con pizzichi di elettronica ad amalgamare il tutto. La base blues però rimane forte e decisa: una spina dorsale che rappresenta il loro marchio di fabbrica inconfondibile, a cui si è aggiunta una maggior propensione alla “forma canzone”, forse l’unico tassello che ancora mancava nella proposta musicale dei Bud Spencer Blues Explosion.

Dopo il This is not a show tour i due ragazzi si impegneranno in un tour estivo che il porterà su diversi palchi italiani, a cui si devono aggiungere alcune apparizioni promozionali in alcuni negozi Feltrinelli durante il mese di giugno. In attesa di rivederli sul palco, quello che è forse il loro habitat naturale, gustiamoci BSB3, il probabile album della maturità per i Bud Spencer Blues Explosion.

Voto: 8

Alberto Staiz

@AlStaiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews