Brescia: donna massacrata a coltellate, il marito è sparito nel nulla

Brescia: ritrovato ieri sera, poco dopo le 23.00, il cadavere di Daniela Bani, trentenne massacrata a coltellate. Il marito della donna, intanto, è sparito

carabinieriBrescia – Daniela Bani è il nome della donna che ieri sera, dopo le 23.00, è stata trovata morta nella sua camera da letto a Palazzolo sull’Oglio, in provincia di Brescia,  in un appartamento al terzo piano di una palazzina di via Malogno, 45.

LA RICOSTRUZIONE – Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, a uccidere Daniela sarebbe stato il marito. Tunisino di trentasette anni, l’uomo avrebbe premeditato l’omicidio della moglie trentenne: pare, infatti, che ieri mattina avesse portato i due figli, di cinque e sette anni, da un connazionale e poi fosse tornato a casa per uccidere la moglie a coltellate. Al momento, la polizia lo sta cercando ma sembra essere sparito nel nulla, anche se diverse voci affermano che abbia preso un volo per la Tunisia.

A trovare la vittima, nella sua camera da letto, riversa in una pozza di sangue, è stata la madre di Daniela che, non avendo avuto notizie della figlia e dei due nipoti per tutto il giorno, si è recata a casa della giovane donna per controllare che fosse tutto a posto. Tuttavia, secondo gli investigatori, l’assassinio si sarebbe consumato intorno all’ora di pranzo.

imageFEMMINICIDIO IN ITALIA – Questa è solo l’ultima tra le decine di notizie di donne uccise che arrivano ogni giorno da tutto il mondo. Nemmeno una settimana fa si raccontava di quel ragazzo milanese di buona famiglia che si è buttato giù dal settimo piano di un palazzo, trascinandosi dietro anche la fidanzata diciannovenne che lo aveva lasciato.

È di pochi giorni fa, invece, la sentenza che ha dato trent’anni di carcere a Giulio Caria per aver ucciso Silvia Caramazza, trentanove anni, e poi averla nascosta dentro un freezer a pozzetto in casa. Anche in questo caso, accaduto nel giugno 2013, la violenza è scoppiata perché la donna stava lasciando il compagno.

Si potrebbe continuare all’infinito: solo nel 2013, le donne ammazzate in Italia sono state 180. Tutte uccise per questioni passionali: o perché le donne lasciavano gli uomini, o perché questi si erano ingelositi. Ci si chiede se non sia un po’colpa anche del mondo in cui viviamo, che ha idealizzato l’egocentrismo e il narcisismo sfrenato, creando magnifici involucri esterni sempre più perfetti, con dentro tanta solitudine, tanta fragilità, tanta insicurezza da non riuscire a sopportare un rifiuto.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.google.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews