Brasile, umiliato sul campo di gioco e sui social network

 

scolari

È stata una questione di minuti prima che la Rete si sfogasse a commentare, come lei sa fare, la disfatta del Brasile contro la Germania di ieri sera. In poco tempo sui social network, Twitter in testa, sono comparse immagini virali e beffarde sul Brasile battuto 7-1 dalla Germania.

Il Cristo Redentore, la statua a Rio de Janeiro simbolo del Brasile, che da immagine della speranza si trasforma in emblema della vergogna, nascondendosi il volto per l’umiliazione di questa semifinale che nessuno immaginava.
Ed eccole alcune alcune delle migliori immagini e tweet dal web.

 

LA PARTITA PIÙ TWITTANTA DI SEMPRE –   Una notte di record. Un po’ per tutti: per il Brasile che non aveva mai perso con un punteggio del genere, per la Germania che, alla quarta semifinale consecutiva alla coppa del mondo, non immaginava di lasciare sul campo da gioco solo cadaveri verdeoro,  Klose che diventa il miglior marcatore dei mondiali di tutti i tempi e Twitter che “festeggia” la partita più twittata di sempre. Con 35,6 milioni di tweet BrasileVsGermania è il match più seguito da quando esiste il famoso social network.  

MENTRE IL BRASILE PIANGE IL WEB SE LA RIDE – Una sconfitta epocale, imbarazzante, che lascia un Brasile a pezzi, letteralmente distrutto dalla Germania. Lutto nazionale a Rio e dintorni, con gente disperata, in lacrime. Un sentimento condiviso da almeno 200 milioni di tifosi verdeoro, che hanno assistito alla clamorosa sconfitta della ‘Selecao’ in questa semifinale di Brasile 2014. Una situazione potenzialmente pericolosa che ha fatto tornare alla mente il ‘Maracanazo’, la tragedia nazionale del 1950 che provocò anche molti suicidi.

E così, mentre il Web già se la rideva, per le strade di Rio e in diverse città ci sono stati scontri e numerosi arresti. La grande compostezza dei tifosi verdeoro all’uscita dallo stadio di Belo Horizonte non è stata imitata altrove, come nelle “Fan Fest”, le zone più calde dove i tifosi si ritrovano. Si sono verificati scippi, incidenti e diversi autobus sono stati dati alle fiamme.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews