Brasile: spazzolino e dentifricio un lusso. Interviene il Comune

A Valença assistenza sanitaria gratuita per oltre 100 bambini a rischio povertà

di Serafina Cascitelli

Feira da saude

Feira da Saude

Carie: troppe. Giovani: già senza denti, i più fortunati si possono permettere la dentiera. Le tredicenni: mamme. Questi i più gravi problemi della periferia di Valença, in Brasile. Siamo nel quartiere Urbis che non è un quartiere poverissimo, ma la salute e l’igiene dentale hanno sempre il loro prezzo, anche per noi occidentali.

Il tema questa volta per la Feira da Saude era quasi scontato. Dovremmo tradurre “Fiera della salute”, ma non è proprio così. Le nostre fiere sono degli showroom e si compra, si compra.. o vengono presentate le novità. E invece per le strade di Urbis nessuna bancarella, ma punti medici con i dottori delle strutture pubbliche che per una giornata fanno attività sanitarie gratuite e spiegano “come si fa per”. Come si fa per non fare cadere i denti a 20 anni, come si fa a nutrire bene un bambino quando non si ha un centavo, come si fa per non avere già 4 figli a 16 anni o a non prendere l’AIDS.

E questo “advocacy showroom” è stato ospitato nei locali di una onlus che opera a Valença da molto e ha visto i primi bambini diventare adulti e poi genitori. Certo non a caso, ma da tempo Giovina Santini, la referente che vive a Valença del Mais onlus, insisteva per avere dal Comune un dentista che visitasse gli oltre 100 bambini che frequentano il doposcuola di cui lei è responsabile. E’ riuscita ad avere delle maestre dal Comune, ha potuto dare ai ragazzi una corposa merenda tutti i giorni, perché spesso a casa la cena si salta, e la tutela della salute era il suo nuovo obiettivo.

Centrato in pieno, visto che il Dipartimento di Salute della Famiglia del distretto di Urbis è stata ben felice di avviare questa collaborazione con assistenza sanitaria gratuita e azioni specifiche per l’igiene e la salute della bocca, anche per i ragazzi che vengono al doposcuola e non sono di questo distretto.

Fiera de Saude

Feira da Saude

E così medici, vestiti da fumetti e con cartelloni colorati, hanno spiegato a una platea di bambini come fare a lavarsi i denti. Ma questo a poco sarebbe servito se i soldi per spazzolino e dentifricio non ci sono. Problema risolto: a tutti i partecipanti è stato distribuito gratuitamente un kit-salute con l’occorrente per una perfetta igiene orale.

Anche gli adulti hanno partecipato in modo attivo e la giornata è trascorsa approfondendo alcune tematiche affrontate dal corso di alimentazione. Un “lezione” infatti riguardava i modi alternativi di nutrire correttamente il proprio bambino con ricette fatte in casa a base di frutta, semi, foglie.

Tra gli argomenti anche il preservativo, da considerare anche mezzo di pianificazione familiare oltre che di protezione.

Soddisfatta Giovina Santini e il presidente del Mais onlus, Modesto Sorrentino, che ribadisce: “Troppi sono ancora i bambini che fino all’età adulta non vengono visitati. La salute è un diritto fondamentale delle bambine e dei bambini e noi continuiamo su questa strada.” Molto c’è ancora da fare quindi, ma non solo tra i bambini, perché Giovina racconta che sono ancora troppo pochi gli uomini e i padri di famiglia che riescono davvero a essere coinvolti in prima persona in iniziative del genere (in proporzione alla Feira erano molte di più le donne).

Intanto il dentista del Dipartimento ha già fissato una data per la somministrazione del fluoro a tutti.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews