Bossi rompe ufficialmente l’alleanza con Berlusconi comunista. Ma con riserva

bossi

Umberto Bossi

Milano – Rottura ufficiale dell’asse Bossi-Berlusconi. A decretarla è stato ieri lo stesso leader del Carroccio, Umberto Bossi, a margine di un convegno sulla Sanità a Palazzo Lombardia: ‹‹adesso non c’é, ognuno sta a casa sua›› anche perché – ha aggiunto il Senatur più agguerrito che mai – Berlusconi ‹‹é con i comunisti. E’ con il governo››.
Così Bossi ha espresso la nuova linea del suo partito all’opposizione, sferrando un duro colpo al Cavaliere che del refrain sull’“anticomunismo” aveva fatto il suo cavallo di battaglia elettorale.

Il Senatùr ha, poi, voluto spiegare anche il motivo per cui l’annunciato incontro tra i due leader è andato sfumato: ‹‹é stato sospeso, perché non sono i tempi per farlo, sono tempi per aspettare››. Rottura sì, dunque, ma pare ancora con alcuni margini di riserva per il prossimo futuro e a chi domandava se l’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, sarebbe convolato nel Carroccio abbandonando il Pdl, Bossi ha replicato: ‹‹Dipenderà da noi››.

Inoltre, il leader leghista ha tenuto a precisare che, attualmente, Tremonti ‹‹é in carrozzella perché si è rotto una gamba››.
Anche per quanto riguarda la tenuta politico-economica internazionale, Bossi ha le idee piuttosto chiare. Del Fondo Salva-Stati Ue – dice il Senatùr – ‹‹non se ne farà niente, perché nessuno vuole metterci i soldi››. Dunque, per Bossi, l’euro sarebbe “kaput”: ‹‹Finito l’euro – ha aggiunto – la Padania si farà la sua moneta, mica deve tornare indietro alla lira per continuare a mantenere tutti questi furfanti…››.
Altrettanto definitive le esternazioni sulle sorti dell’attuale Esecutivo: ‹‹Questo governo va a picco, come fa a stare in piedi? Va bene che lo ha messo lì il Presidente della Repubblica che si piglierà le responsabilità di aver sciolto un governo eletto democraticamente e di avere messo un commissario venuto dall’Europa e dalle banche››. Questo ‹‹é un governo dei banchieri››, ha ribadito il leader della Lega aggiungendo che la Manovra non potrà avere alcun effetto positivo: ‹‹divide già chi l’ha fatta, porterà casini. E comunque chi l’ha fatta è cattivo, perché tocca le pensioni, i vecchietti››.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews