Borse europee festeggiano il piano della Federal Reserve

MILANO – Le Borse europee fanno festa per le decisioni assunte ieri dalla Federal Reserve, soprattutto per quanto riguarda l’annuncio di un nuovo piano di “quantitative easing”, vale a dire l’acquisto di titoli sui mutui ipotecari per 40 miliardi di dollari al mese, come stimolo all’economia.

Wall Street, nel frattempo, viaggia su un buon rialzo: il Dow Jones guadagna lo 0,32% a 13.582 punti e il Nasdaq cresce dell’1,09% a 3.190,52, segnando i nuovi massimi degli ultimi cinque anni. Commenta Filippo A. Diodovich, analista di Ig Markets: «Ora i riflettori tornano a puntarsi sull’Europa. Dal meeting dell’Eurogruppo a Cipro sono arrivati i primi messaggi rassicuranti. Lo stesso presidente dell’Eurogruppo, Jean Claude Juncker, ha affermato che in settimana sono stati inviati buoni segnali per la risoluzione della crisi finanziaria dell’Eurozona. Intanto la Spagna ha reso noto che presenterà entro la fine del mese un nuovo piano di riforme strutturali basate sulle raccomandazioni dell’Ue».

Mentre, inoltre, lo spread tra Btp decennali e Bund di uguale periodo torna a scendere verso i 330 punti base, piazze europee brindano con decisi rialzi. Madrid è in testa con l’Ibex 35 che termina la giornata in progresso del 2,75% a 8.154 punti. Parigi termina in progresso del 2,27%, Lisbona +1,9%, Bruxelles +1,86%, Londra +1,64%, Francoforte +1,39%, Zurigo +0,71%. l’Athex 20 di Atene termina in progresso dello 0,09%.

A Piazza Affari il Ftse Mib ha chiuso in progresso del 2,34% a 16.624,45 punti, mentre l’All Share cresce del 2,42% a 17.505,46. I titoli più acquistati sono stati Mediaset, Stm, Mediolanum, Prysmian e Fiat Industrial. Gli analisti di Barclays Equity Research, in un report sul settore europeo dei media, hanno alzato il prezzo obiettivo da 1,3 a 1,6 euro, target che resta al di sotto dell’attuale valore in Borsa del titolo (ultimo prezzo 1,838 euro, +4,73%, alle 12.46). In deciso progresso StMicroelectronics che termina gli scambi con un balzo del 6,11%. Eni cresce del 4,18% dopo che Cassa Depositi e Prestiti ha ceduto l’1,7% del capitale del Cane a Sei Zampe con un incasso pari a 1,096 miliardi di euro.

Tra gli energetici, Enel Gp guadagna l’1,66%. Oggi è stato diffuso l’annuncio riguardante il fatto che la società consolida la sua posizione sul mercato fotovoltaico in Italia con l’entrata in esercizio di sei nuovi impianti su tetto situati tra Abruzzo e Molise, mentre Esse, la joint venture paritetica con Sharp, ne avvia due in Campania. Grazie all’entrata in esercizio dei nuovi impianti, dunque, la capacità installata totale di Egp nel solare sale a oltre 140 MW.

Positivo il settore bancario con Mediolanum che guadagna il 5,92%; Bper +3,69%; Ubi Banca +2,71%; Mediobanca +2,39%; Bpm +2,18%; Unicredit +1,62%; Intesa Sanpaolo +1,5%; Banco Popolare +1,45%. Telecom Italia ha perso l’1,2%. La società ha annunciato un accordo con Fastweb che ha come obiettivo la collaborazione nello sviluppo delle rispettive reti di nuova generazione con architettura FttCab (fibra agli armadi).

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews