Bolzano non parteciperà ai festeggiamenti per l’Unità d’Italia

«Non avrebbe senso che la Provincia di Bolzano, intesa come istituzione pubblica, partecipasse alla celebrazione di questa ricorrenza. La storia del legame tra la nostra terra e l’Italia non risale al 1861, ma molto più tardi, ovvero al primo dopoguerra e a tutto ciò che è accaduto a cavallo tra i due conflitti bellici. La mia sensibilità di appartenente alla minoranza austriaca in Italia, su questo tema, è differente rispetto a quella di un mio concittadino italiano, e mi auguro che ci sia una comprensione reciproca».

Con queste parole il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Luis Durnwalder, ha comunicato la posizione ufficiale di Bolzano per quanto riguarda i festeggiamenti in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, sottolineando tuttavia che associazioni altoatesine, liberi cittadini e anche i due assessori di lingua italiana della giunta provinciale, potranno partecipare autonomamente e come privati cittadini a tutte le iniziative, ma senza rappresentare in alcun modo la Provincia.

Di fatto «noi ci sentiamo una minoranza austriaca e non siamo stati noi a scegliere di far parte dell’Italia» ha continuato Durnwalder nel cui discorso l’Austria è definita “madrepatria”.

Ulteriore ostacolo alla partecipazione della Provincia alle celebrazione sarebbero i costi: circa 200 mila euro per essere presenti alla mostra delle Regioni di luglio a Roma.

Ma fanno pensare queste parole: «Non mi sembra il caso di festeggiare e posso dire che non è una questione etnica e non vogliamo offendere nessuno. I 150 anni per noi non rappresentano soltanto Garibaldi ed i moti di fine Ottocento ma ci ricordano la separazione dalla nostra madrepatria austriaca. Noi non abbiamo fatto iniziative per favorire l’Unità d’Italia come altre regioni. Non volevamo nel 1919 e non volevamo nel 1945. Successivamente abbiamo accettato il compromesso dell’autonomia amministrativa».

Francesca Penza

Foto via: http://t2.gstatic.com http://www.fanoinforma.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews