Bocciato in Senato il decreto ‘Salva Roma’

salva roma La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha respinto  il decredo Salva-Roma.
Il decreto era già stato stoppato da presidente Giorgio Napolitano.

BOCCIATA LA SECONDA VERSIONE -  Anche la seconda versione, che vedeva modificati gran parte dei provvedimenti, è stata bocciata soprattutto grazie alla determinazione delle Lega Nord.
Il voto infatti ha visto compatti  Lega, Forza Italia e Movimento  Cinque Stelle mentre Sel era assente.  Il voto è finito nove a nove, in pareggio. Patrizia Bisinella, capogruppo in commissione della Lega Nord ha affermato: «Per noi il provvedimento è palesemente anticostituzionale non solo perché mancano i presupposti d’urgenza ma anche perché contiene un decreto mai convertito e quindi non può essere reiterato, il Salva Roma appunto. Ragioni che porteremo anche in Aula: siamo in una situazione al limite dell’incredibile con questo governo e questa maggioranza nella più totale confusione».

IL MOVIMENTO CINQUE STELLE ESULTA – Decisivi, secondo il senatore Giovanni Endrizzi è stato il no del Movimento Cinque Stelle: « Il nuovo Salva-Roma ha insanabili lacune. Oltre all’etoronegenità di materia, contiene parti di articoli contenuti nel precedente decreto decaduto e dunque non più reiterabili. Ora sarà necessario un voto in aula e davanti alle telecamere vedremo come possa essere approvato un decreto palesemente incostituzionale» ha dichiarato il senatore grillino.

ANCHE FORZA ITALIA CONTRARIA – Secondo Forza Italia è impensabile erogare cinquecento milioni di euro ad un’amministrazione con trentuno mila dipendenti quando ci sono comuni al nord che riescono ad andare avanti in modo funzionale anche con soli due dipendenti. « Dovremmo dare soldi ad una città dominata da problemi enormi del traffico, con un servizio pubblico scadente e indegno di una Capitale europea. Il vero scandalo non era un decreto omnibus, con materie estranee inserite in Parlamento, ma il decreto in quanto tale, offensivo verso tutti gli italiani che pagano le tasse».

Serena Prati
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews