Blitz dei Nas di Milano: sequestrate 21 tonnellate di cibo illegale

Il Nas di Milano ha posto sotto sequestro 21 tonnellate di cibo di origine animale provenienti dall’Estremo Oriente e importati illegalmente in Italia

(adnkronos.com)

(adnkronos.com)

21 tonnellate di alimenti di origine animale. Questo il totale della merce sequestrata dai Carabinieri del Nas di Milano. Trattasi di prodotti privi della dovuta informativa di qualità e provenienti dall’Estremo Oriente, quindi – stando alla rivelazione di Adnkronosimportati illegalmente nel territorio nazionale, in violazione dei dettami imposti dalla Comunità Europea che ne dispone il divieto assoluto.

IL TRAFFICO – Sbarcato nel porto di Brindisi, il tir proveniente dalla Grecia conteneva montagne di confezioni alimentari per un valore di 200 mila euro. I prodotti, pronti per essere distribuiti ai numerosi ristoranti etnici di Milano e delle province lombarde, erano già stati consegnati ad una ditta di import-export extra europea, situata nella zona industriale a nord ovest del capoluogo meneghino.

LA DICHIAZIONE DEI CARABINIERI – «Gli alimenti rinvenuti e sottoposti a sequestro penale dai militari dei Nas, – fa sapere la nota dei Carabinieri – sono peraltro risultati privi di qualsiasi documentazione utile ad individuarne la provenienza e la tracciabilità, rendendo pertanto vano ogni possibile controllo circa la produzione o la scadenza. Il legale rappresentate della ditta di import-export è stato denunciato alla competente autorità giudiziaria per importazione e commercializzazione di prodotti alimentari di origine animale provenienti dall’Estremo Oriente e commercio di sostanze alimentari pericolose per la salute pubblica».

ISPEZIONI E SEQUESTRI RECENTI – Negli ultimi tempi, nelle province di Bologna, Ravenna, Ferrara, Rimini e Forlì Cesena, sempre ad opera dei Nas, sono state eseguite oltre 100 verifiche al cui esito sono emerse irregolarità in 28 aziende. Sono state sospese 10 attività e sequestrate oltre 20 tonnellate di merci ed alimenti, per un valore complessivo di circa 100mila euro. Posti i sigilli anche ad una struttura del valore di circa 150mila euro, poiché adibita a mensa aziendale abusiva. E ancora, sono state elevate 40 sanzioni amministrative per un importo complessivo di 80mila euro; cinque responsabili d’azienda sono stati denunciati per tentata frode in commercio, detenzione e vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione e invasi da parassiti.

Antonietta Mente

@AntoMente

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews