Blackberry Smoke, ‘Holding All the Roses’: la recensione

Blackberry Smoke

I Blackberry Smoke (foto via: theguardian.com)

Se c’è una band che più di tutte ha saputo raccogliere l’eredità dei Lynyrd Skynyrd e di tutto il movimento southern rock – che ha avuto il suo picco di splendore compositivo e di popolarità negli anni ’70 – questi sono senza dubbio i Blackberry Smoke. Originario di Atlanta, in Georgia, questo quintetto ha saputo raccogliere l’eredita del rock sudista più classico, aggiungendogli punte di country, folk e classico hard rock: il risultato è una miscela assolutamente tradizionale ma fresca, spumeggiante, e molto ispirata. Dopo una quindicina d’anni di onorata attività, Charlie Starr e compagni hanno iniziato a raccogliere i dolci frutti del loro lavoro: un successo, quello dei Blackberry Smoke che si sta diffondendo anche in Europa, oltre che in patria, a testimonianza della qualità della loro proposta musicale. Dopo un lungo tour, seguito alla pubblicazione di The Whippoorwhill (datato 2012), i Blackberry Smoke sono tornati in studio per lavorare alla quarta fatica discografica, intitolata Holding all the Roses, che arriverà nei negozi il prossimo 10 febbraio.

CLASSICO MA FRESCO – Il primo ascolto di Holding all the Roses lascia intendere fin dalle prime note che ci troviamo davanti a un altro album di gran caratura, sia dal punto di vista compositivo, che da quello della produzione (affidata a un professionista del calibro di Brendan O’Brien). L’accoppiata iniziale è da paura: Let Me Help You (Find the Door) è un hard rock irresistibile che vi farà muovere il sedere sulla sedia, mentre la titletrack Holding all the Roses è un rock sudista miscelato a country e folk, suonato alla velocità dell’hard rock più scatenato. Un’accoppiata iniziale micidiale e bellissima. Living in the Song abbassa le dinamiche per un attimo, sfociando in territori tipicamente southern, dai toni piacevolmente più riflessivi e sognanti. Si prosegue quindi con Rock and Roll Again per la quale il titolo esprime già tutto, senza ulteriori commenti.

NESSUN PUNTO DEBOLE – Proseguendo con l’ascolto si realizza come non ci siano punti deboli in questo Holding all the Roses: dalla calda ballata Woman in the Moon, passando per lo spensierato country di Too High, continuando con il rock da “autoradio” di Wish in One Hand, fino al “paludoso” breve intermezzo di Randolph County Farewell. Tutti i brani sono perle di rock americano, ottimamente arrangiato, splendidamente suonato, e ben interpretato dalla calda voce di Charlie Starr.

Blackberry Smoke  Holding al the roses cover

La copertina di ‘Holding all the roses’ (foto via: facebook.com/BlackberrySmoke)

E la chiusura del disco mantiene gli stessi alti standard dei brani iniziali: Payback’s a Bitch è un mid tempo forte di un grande groove, mentre Lay It All on Me è un piacevole rock country caratterizzato da un mood da storytelling. Si giunge così alla fine: la bellissima No Way Back to Eden è la seconda ballata del disco, prima del granitico rock Fire in the Hole, un brano fatto apposta per muovere il capoccione a tempo di musica.

UNA PROVA DI FORZA – I Blackberry Smoke hanno dato l’ennesima prova del loro valore, sfornando un disco godibilissimo dal primo all’ultimo pezzo, nel quale hanno recuperato un po’ della grinta rock che nel precedente The Whippoorwhill era finita in sordina in virtù di composizioni più acustiche e meditative. Holding all the Roses diventerà con molta probabilità uno dei dischi classici nella discografia dei Blackberry Smoke, una band che si spera possa continuare a pubblicare album di questo livello per molti anni ancora. La speranza è anche quella di vederli, un giorno, calcare un palco italiano: un’eventualità al momento remota in un paese nel quale i riflettori della musica live sembrano sempre più orientati verso le tribute band e i vecchi dinosauri sfatti e superati che, tuttavia, continuano a riempire gli stadi.

Tracklist Blackberry Smoke, Holding All the Roses:

1. Let Me Help You (Find the Door)
2. Holding All the Roses
3. Living in the Song
4. Rock and Roll Again
5. Woman in the Moon
6. Too High
7. Wish in One Hand
8. Randolph County Farewell
9. Payback’s a Bitch
10. Lay It All on Me
11. No Way Back to Eden
12. Fire in the Hole

Voto: 8

Alberto Staiz

@AlStaiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews