Bimbi e tv, tenerla accesa come sottofondo è nociva

Milano -  Una compagna di giochi, un mezzo per calmare e attirare l’attenzione durante la pappa, una soluzione per fare la nanna senza capricci. La tv è ormai il sottofondo costante della vita di ogni bambino, ma la sua fruizione “passiva” può essere molto dannosa. Lo rivela uno studio dell’Università della Pennsylvania, dell’Università di Amsterdam e dell’Università dell’Iowa, presentato in occasione dell’International Communication Association di Phoenix, in Arizona.

Disturbi della concentrazione e calo di attenzione sono solo alcune delle conseguenze che provoca lo schermo lasciato acceso, anche se nessuno lo sta guardando. Questo perché la sua presenza fatta di suoni e immagini continue viene percepita nonostante il piccolo sia impegnato a giocare, costringendo la sua mente al multitasking, cioè la capacità di compiere più azioni contemporaneamente, non propria dei più piccoli.

Ed è così che compromessi risultano anche la capacità di apprendimento con successivi problemi relativi alla lettura e lo studio. Sono tutti questi i risultati dello studio che ha coinvolto 1454 bambini americani dagli otto mesi agli otto anni. Il ricercatore dell’Università del New Mexico di Albuquerque, Victor Strasburger, ha considerato la tv di sottofondo una “succhia-energie”, e nei bambini al di sotto dei due anni anche nociva per lo sviluppo del linguaggio.

Quindi, mamme e papà, se siete abituati a fare le vostre cose sicuri che il vostro piccolo gioca con la compagnia della tv o se siete “costretti” da lui ha subire per tutta la giornata cartoni animati e spot dell’ultima bambola o dell’ultimo mostro parlante anche se né voi, né il bimbo la guardate, spegnete lo schermo. Ne gioverà la salute del piccolo e perché no, potrebbe risultare più bello e interessante inventarsi nuovi modi per trascorrere il tempo con lui e farlo stare in compagnia di persone reali, non immaginarie.

Niente psicosi, né soluzioni drastiche però. Certo è risaputo che anche un’esposizione attenta alle immagini televisive per troppe ore al giorno è nociva, ma vero anche è che di risvolti positivi per i più piccini ce ne sono. Gli studi in tali direzioni sono molti. Uno dellUniversità di Sidney, ha dimostrato che anche due ore al giorno di tv o pc potrebbero portare disturbi cardiovascolari. Responsabili non sarebbero i programmi o i giochi fruiti, ma la perpetua sedentarietà davanti lo scherno che aumenta le possibilità di restringimento delle arterie della retina, nonché sovrappeso rispetto a quei bambini che trascorrono il loro tempo all’aria aperta.

E da qui anche una ricerca dell’American Academy of Pediatrics che consiglia un utilizzo della tv di una o due ore al giorno per i bambini sopra i due anni e l’astensione totale per i più piccini. D’accordo su questo avviso anche la psicologa Vittoria Luciani che nei suoi articoli di psicologia infantile mette in evidenza come i bambini troppo piccoli posti davanti alla tv, possono restare letteralmente “incantati” da immagini che non possono ancora comprendere e che  possono limitare la loro capacità immaginativa.

La dottoressa Luciani però per la fascia d’età che supera i due anni, ammette che una fruizione della tv regolamentata e assistita dalla presenza di un adulto che può supportare il piccolo, rispondere alle sue domande e dare spiegazioni su quello che si vede, può essere utile per apprendere nuove forme del linguaggio, sviluppare la capacità di ricordare immagini e associarle alla realtà. Perché checché se ne dica anche dalla tv si può imparare, basta saperla “guardare”.

Angela Nitti

Foto | via www.bambiniland.comhttp://static.tuttogratis.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews