Bersani le prova tutte per avere il Governo

Bersani

Pier Luigi Bersani (lettera43.it)

Roma – Con l’elezione della Boldrini alla presidenza della Camera e quella di Grasso al Senato il Centro Sinistra ha ottenuto, in ogni caso, un successo. Non è, come può sembrare, cosa da poco per una coalizione che arriva prima ma non vince. E’ una buona mossa per salvare il salvabile e presentarsi domani al Colle con un peso contrattuale maggiore, sebbene un esecutivo Bersani non abbia tuttora i numeri per poter governare.
Giustamente tutte le altre forze politiche, da un PdL in continua campagna elettorale al M5S sempre più contraddittorio, definiscono il risultato del Centro Sinistra una vittoria di Pirro. Bersani ha sprecato due probabili ministri per poter ottenere presidenze delle Camere che rallegrano i morali dei democratici, ma escludono ogni larga intesa. Il rifiuto di votare Schifani è apparso al PdL quasi oltraggioso.
Eppure Bersani non s’arrende, vuole il governo e carica i suoi: «Ragazzi, si può andare avanti: c’è la concreta possibilità di fare un governo». Il progetto del Segretario è quello di avanzare la proposta di un esecutivo dai nomi nuovi, ultra competenti e ultra tecnici, puntando sulla “corresponsabilità” delle altre forze politiche: «una volta che è partito [il governo], poi è difficile staccargli la spina, perché chi si prende la responsabilità di affossare le riforme? Grillo?».
I perenni slogan ‘Responsabilità‘, ‘Riforme per il Paese‘, ‘Strada Strettissima‘, ‘Aria Fresca‘, sono traducibili con un preciso assioma: “noi proviamo a fare un governo di responsabilità, se falliamo la colpa è degli altri”. Ad esempio dei Grillini che non premiano con nessuna garanzia le aperture continue sul programma di governo – fino ad una settimana fa disperate e poco appetibili. Neanche  il «superamento del finanziamento pubblico», in favore di «un sistema di piccole contribuzioni private assistite da parziali detrazioni fiscali», ha raccolto particolare interesse.
Tuttavia lo stesso Bersani ha ammesso che accordi preliminari con qualsiasi forza politica non hanno nessuna possibilità. E la constatazione assurdamente ovvia, ma necessaria, sulle maggiori chances del governo di vivere una volta nato, non risolve il problema di trovare chi aiuti a partorire votando la fiducia. Così, il mandato con riserva a formare un Governo che Bersani  riceverà presumibilmente venerdì da Napolitano, rischia di essere un fallimento in partenza.

 Bersani Napolitano
Giorgio Napolitano (ultimaora.net)

Il Pd è diviso tra il fatuo desiderio di continuare a stupire con colpi alla Boldrini e Grasso, e la necessità di un pragmatismo che rischia di sacrificare ulteriormente il consenso dei militanti. La strada strettissima, infatti, impone compromessi altrettanto stretti. La prima offerta è di Alfano: «Parleremo con Bersani e saremo disponibili a sostenere un suo governo se ci sono le condizioni: rappresentanza dei moderati alla presidenza della Repubblica e misure economiche per far ripartire l’economia». Se la scelta del nuovo inquilino del Quirinale resta un nodo fondamentale per ogni trattativa politica, il Pd non può comunque accettare di barattare la prima carica dello Stato con una pallida promessa di sostegno.
Più probabile che s’insista nella caccia alle simpatie dei Grillini, che si miri all’approvazione Montiana e magari a sanare il rapporto con la Lega. Il Carroccio ha interpretato l’elezione della “comunista aiuta profughi” Boldrini come una netta chiusura, ma subito tutti si sono precipitati a tranquillizzare: «La Lega sa che Bersani ha una cultura autonomista non improvvisata ed è un interlocutore affidabile, ci può essere attenzione reciproca», parola di Fassina.
Sembrerebbe che “corresponsabilità” sia a tratti l’eufemismo di “inciucio”.

Fabrizio De Gregorio

 @fadegregorio

Fonte || lettera43.it; ultimaora.net

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Bersani le prova tutte per avere il Governo

  1. avatar
    Patrizia Pagnoncelli 20/03/2013 a 08:51

    Ci sono vaie domande a cui dare risposte: intanto vi sembra giusto che a parlare con l capo dello stato vadano due personaggi nemmeno presenti in parlamento e che gli stessi personaggi dettino le leggi a noi?Il comportamento i certi personaggi non vi sembra l’assoluta negazione della democrazia?Non vi sembra che stiamo cadedo di nuovo in una dittatura veramente pericolosa?
    Non mi sembra affatto facile il lavoro di Bersani e sinceramente non lo trovo una persona negativa visto che è ancghe disposto a farsi da parte.Gli attacchio vengano da tutte le parti.E poi perché chi è stato comunista e che ha accettato cambiamenti profondi debba sentirsi trattato sempre anche nella vita comune come un essere di poco valore?Chi ha portatio il paese a queste condizioni?Quando mai i “comunisrti” tanto demonizzati da chi pensa solo agli affari suoi hanno mai governato in Itali?Insomma sinceramente da persona ancora libera e sana di mente mi sento minacciata nellla mia integrità personale,nel mio rofondo senso della dignità e da chi poi? Da qualcuno che pensa solo a distruggere e che usa un mezzo molto ambiguo e pericoloso per imporre che cosa poi? Ancora non abbiamo capito cosa vogliano fare per il lavoro i beni culturali la ricerca e la scuola.Ma penso che non interessi megluio un popolo ignorante che è facilmente suggestionabile e non è dittautra questa? Ditemi voi, sono motlo mo9lto arrabbiata, passiamo dai venditori e venduti ai folli privi di ogni contatto colla realtà.

    Rispondi
  2. avatar
    FDG 20/03/2013 a 14:12

    La situazione è molto critica e, come la storia insegna, periodi di tanta incertezza danno potere ai personaggi carismatici dalla promessa facile o ai venditori di rabbia. Chi vivrà vedrà, la soluzione è nel promuovere un’opinione pubblica non distruttiva, consapevole e seria. Ma sembra utopia. Intanto Bersani fa quel che può per risolvere la situazione: prova di tutto per avere il governo, come è normale che sia.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews