Bersani dice no al semipresidenzialismo. Pdl alle primarie in autunno

ROMA – Ufficialmente, è emersa oggi, dalla riunione di ufficio di presidenza del partito, la notizia che vuole il Pdl intenzionato ad operare per le primarie, utili a scegliere il suo futuro candidato premier, nel periodo autunnale.

Nel frattempo, Pier Luigi Bersani, leader del Pd, ha lanciato, in vista delle elezioni, un’ampia proposta per un accordo di governabilità ai partiti di centrosinistra e per un patto di legislatura ai moderati. In più, Bersani si è anche detto favorevole ad aprire le porte del centrosinistra anche a movimenti e liste civiche.

Seguendo le parole dello stesso Bersani, emerge che «la proposta politica l’abbiamo da tempo e la teniamo ferma: un centrosinistra di governo aperto a un patto di legislatura con forze democratiche e civiche moderate. Un patto di legislatura tra progressisti e moderati davanti alle esigenze di ricostruzione del Paese».

«Centrosinistra di governo significa un accordo di governabilità e una parziale cessione di sovranità – dichiara Bersani – In caso di controverse fondamentali si procede a maggioranza. Poi, una proposta comune verso le forze autonome di centro disposte a un patto di legislatura».

Da questo punto di vista, un messaggio ben preciso è direzionato al leader dell’Idv Antonio di Pietro: «Decida se preferisce fare l’accordo o insultarci e attaccarci ogni giorno. Chiedo di avanzare una proposta non solo ai partiti di un centrosinistra di governo, ma ad associazioni, movimenti, liste civiche, sindaci e amministratori, singole personalità che si riconoscono nel campo progressista».

Bersani sottolinea, dunque, l’importanza della stipulazione di una carta di intenti nella quale «possano riconoscersi le chiavi essenziali del nostro progetto: la legislatura costituente e la riforma delle istituzioni e della politica, il lavoro e la conoscenza, l’equità e il civismo. Una carta d’intenti che significhi per tutti una forte assunzione di responsabilità verso il Paese, verso la sua salvezza e le sue esigenze di cambiamento e di riforma».

Al contempo, Silvio Berlusconi ha smentito le ricostruzioni che lo vedono intenzionato a fondare un nuovo partito.

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews