Berlusconi VS giustizia. Alle future elezioni toccherà alle toghe cercare voti

Silvio Berlusconi

Roma – Il Governo Letta era l’unico possibile nel mentre che ogni altra soluzione pareva impossibile. Il che era vero e lo sarebbe ancora se Pd e Pdl di Governo non avessero cozzato contro l’attendismo di sentenze in terzo grado, anziché produrre quelle sole manovre che una popolazione in recessione si attende: aumentare i posti di lavoro e diminuire le tasse.

Sì preferì, invece, scegliere la strada della pacificazione, facendo di Letta colomba della pace nel tentativo di mettere accordo nella guerra ventennale tra bande. Idea che avrebbe potuto anche funzionare se non fosse che se ne sbagliò a definire i contendenti: la disputa non era tra centrosinistra e centrodestra ma tra Silvio Berlusconi e la magistratura.

La Cassazione Mediaset ha fatto il resto, privando l’ex premier della libertà, il centrodestra della sua testa e il centrosinistra di qualsiasi valore politico di seria alternativa le fosse rimasto.

Ora, posto che le supposizioni sono roba buona per gli astrologi, accade che a volte tocca farne, perché quel che si va disegnado sulla scena politica, potrebbe diventare realtà in un baleno.

Se si tornasse a votare, gli elettori che correrebbero alle urne sarebbero sostanzialmente di due campane: quelli che votano per la magistratura e quelli che vi votano contro. Entrambi con una sola immagine negli occhi: Berlusconi.

Nel quadretto, la sinistra avrebbe il ruolo di una sbiadita controfigura. Al massimo una portavoce delle toghe, talché ciò cambierebbe anche il metro con cui si è osservato il rapporto sinistra-inchieste di Berlusconi nel dire comune dei pro Cav.: non si tratterebbe più della magistratura braccio armato della sinistra, ma della sinistra braccio diplomatico della giustizia. Cosa che sarebbe anche vera e che implicherebbe considerare la giustizia parte più che attiva e condizionante della vita politica. Volenti o nolenti. Piaccia agli ermellini troppo esposti o meno. Sarebbe così. Il che accrediterebbe il punto di vista di quanti sono convinti che l’agire delle toghe contro l’ex premier sia determinato al fine di seppellirlo, una volta per tutte.

Il punto è che a furia di scavare, al Cavaliere, gli hanno costruito un piedistallo intorno a cui gira il Paese. E a forza di tentare tumulazioni, gli hanno messo pure sotto i piedi un’altare su cui immolarsi a martire della Patria. In tutto reso tale da una giustizia poco attraente, poco efficiente, poco giusta, poco motivata, godente di troppi privilegi e molto pigra in tutto ciò che non riguarda Silvio Berlusconi. Un capolavoro. Che per giunta, c’è da crederlo, sarà incoronato da un voto popolare che avrà il sapore della condanna della giustizia alle urne. Legge del contrappasso.

Sicché delle due l’una: o Letta riesce a sopravvivere al momento e a continuare, magari claudicando, o la prossima turnata della storia della Repubblica sarà la più pazza che storia occidentale ricordi.

giustizia (105tv.it)
105tv.it

E poiché di piani, programmi, linee guide elettorali non si parla più, quel che rimarrebbe sarebbero solo la lotta di libertà del Cavaliere assurta a lotta di libertà nazionale – posto che la rivoluzione liberale non fu mai compiuta -, mentre di là la corsa al gabbio sarebbe comunque corsa liberticida. Dire quale delle due riscontrerebbe maggiori simpatie è superfluo.

E qui si arriva al nodo della questione: la magistratura non si tirerà indietro di un passo, facendo così un grosso errore di comunicazione a favore del Cav.

Berlusconi, di contro, dalla resistenza ad oltranza avrà tutto da guadagnare. D’altronde lui stesso lo ha ripetuto da piazza del Plebiscito, durante la manifestazione organizzata in suo favore. Quel ‹‹io non mollo››, vale una vagonata di voti. Roba forte.

Ora, poiché la giustizia ha deciso tempo fa di buttarsi in politica, sarà il caso che ne impari i giochi mediatici, perché tra poco toccherà a lei andare a caccia – sia pur indirettamente – di consensi ed è bene che lo sappia: parte molto svantaggiata.

Chantal Cresta

Foto || 105tv.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews