Ruby: Berlusconi assolto in Appello

Berlusconi

Silvio Berlusconi è stato assolto dalla Corte d’Appello per il cosiddetto caso Ruby. È stato assolto dal capo A «perché il fatto non sussiste». e dal capo B «perché il fatto non costituisce reato».

COSA AVEVANO CHIESTO - L’11 luglio, il pg di Milano Piero De Petris ha chiesto di confermare la condanna a 7 anni a carico di Silvio Berlusconi. L’accusa sostiene che «non vi è ragione» per non confermare la condanna inflitta dai giudici di primo grado e dunque «non vi sono elementi» perchè Berlusconi non debba essere condannato. La difesa ha invece definitivo un «mostro giuridico» l’accusa di concussione. Filippo Dinacci, avvocato del Cavaliere, ha detto: «qui dove sta la costrizione? Ci vuole un minimo di condotta che faccia scattare un timore in chi viene chiamato, altrimenti non si può parlare di concussione».

LA STORIA DEI PROCESSI - Più di un anno fa, il 24 giugno 2013, le giudici della IV sezione penale del Tribunale di Milano condannarono Silvio Berlusconi a sette anni di reclusione per concussione per costrizione e prostituzione minorile. Il leader di Forza Italia venne anche interdetto in perpetuo dai pubblici uffici. La sentenza, fu addirittura più dura della richiesta della procura stessa (sei anni di carcere). Il 19 luglio 2013 la quinta sezione penale del Tribunale di Milano condannò per induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile Lele Mora a sette anni di reclusione, per favoreggiamento della prostituzione anche minorile l’ex direttore del Tg4 Emilio Fede a 7 anni, per il solo favoreggiamento della prostituzione la ex consigliera regionale Pdl Nicole Minetti. Nel gennaio scorso la procura di Milano annunciò di aver aperto una nuova inchiesta a carico di Berlusconi. L’ipotesi di reato contestata nei confronti dell’ex presidente del Consiglio è quella di corruzione in atti giudiziari. I magistrati milanesi lo accusano di aver corrotto alcuni testimoni dei processi Ruby e Ruby bis per spingerli a dichiarare il falso in aula.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: secoloditalia.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews