Berlusconi: “Faccio il premier a tempo perso”

ROMA – Dura la vita se si sceglie di trascorrerla giorno e notte senza sosta. Ancora più dura se si riesce ad essere, ad un tempo, presidente del consiglio e “politico più sexy” in circolazione. Questo è quanto emerge dalle decine e decine di intercettazioni telefoniche allegate agli atti dell’inchiesta di Bari riguardante il giro di escort assoldate da Giampaolo Tarantini per riempire di grazia le serate mondane di Silvio Berlusconi.

Lo stesso Berlusconi, dunque, ammette anche di avere molte difficoltà nel suddividere i suoi numerosi impegni sia di capo del governo che di profondo amatore. «Vedi Marystelle, io a tempo perso faccio il primo ministro». Questo il vero ruolo autodichiarato della seconda carica dello Stato, affermazione rivolta alla Polanco, ovvero una delle “olgettine”, le ragazze che occupavano gli appartamenti di via Olgettina, alle porte di Milano, rigorosamente pagati dal ragionier Spinelli. «E quindi me ne succedono di tutti i colori». Viva la sincerità.

Capodanno 2009 Berlusconi lo passa anche al telefono sempre con Tarantini, conversazione durante la quale lo stesso Tarantini confessa di aver trascorso la nottata con Manuela Arcuri, Belen e Claudia Galanti. Commento del premier: «Mamma mia! Eri messo benissimo…con le tre donne più belle d’Italia. Io sono qua assediato da quando hanno visto che sono stato dichiarato da Playboy il politico più sexy. Io no ho scampo con questi qua. Ieri sera avevo la fila fuori dalla porta della camera. Erano in 11. Me ne son fatto solo otto perché non potevo fare di più . Però stamattina mi sento bene, sono contento della mia capacità di resistenza agli assedi della vita. Che cosa ci tocca fare la notte del primo dell’anno…». In effetti, la vita è molto dura.

A trasportare le ragazze nelle ville di Berlusconi concorreva anche l’utilizzo dell’aereo presidenziale. Il 26 novembre 2008, infatti, il premier comunicò a Tarantini che la cena organizzata a palazzo Grazioli è saltata per impegni in quel di Milano. Tarantini, allora avrebbe risposto: «Veniamo con lei; se ci dà mezzora, il tempo di fare la valigia, veniamo». Berlusconi acconsente e l’aereo atterra a Milano con l’intero gruppo.

Una volta accertato, da parte della finanza, che Berlusconi retribuiva profumatamente le ragazze, sembrerebbe che nelle ville entrassero sia donne “facili” che “d’immagine”, rispettivamente le une più che disponibili a rapporti sessuali e le altre votate a fare da bella cornice all’evento, con tanto di divisa da indossare. Massimiliano Verdoscia, infatti, lo spiega bene all’olgettina Ioanna Visan: «Quando giovedì vai lì, mi raccomando il look: capello sciolto, trucco non troppo evidente, un vestito sobrio, nero, che però metta in mostra…insomma…le tue forme…e poi tu sai il tuo charme qual è. Va bene?».

Ma almeno il sogno di abusare contemporaneamente di Manuela Arcuri e Francesca Lana sarebbe sfumato perché Berlusconi avrebbe rifiutato la prima dopo averla sentita rilasciare un’intervista “volgare” al programma televisivo Le Iene. La confidenza fra Tarantini e Berlusconi, però, si consolida sempre più, tanto da pensare di invitare anche il presidente di Medusa Carlo Rossella e il direttore di Rai Fiction Fabrizio del Noce per «fornire alle ragazze lo stimolo a partecipare [...] Così le ragazze sentono che c’è qualcuno che ha il potere di farle lavorare».

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews