Berlusconi e i direttori del Tg1 e Tg2 iscritti sul registro degli indagati

Augusto Minzolini, direttore del Tg1

Ancora protagonista delle prime pagine di tutti i quotidiani è ancora lui: Silvio Berlusconi. Non bastava la pesante sconfitta elettorale, da ieri il suo nome si può leggere per l’ennesima volta, sul registro degli indagati. Questa volta il reato ipotizzato dalla Procura di Roma è quello di abuso di ufficio per le interviste registrate dal Premier venerdì 20 maggio, in vista del ballottaggio previsto per le elezioni amministrative e mandato in onda dai principali Tg nazionali.

Nel registro degli indagati, compaiono anche i nomi di Augusto Minzolini, direttore del Tg1 e Mario de Scalzi, pro-tempore del Tg2.

Fonti vicine agli inquirenti, affermerebbero che si tratta di un atto dovuto alla denuncia nominativa presentata nei giorni scorsi da Radicali italiani Emma Bonino e Marco Cappato.

Secondo i Radicali, la video intervista di Berlusconi, mostrava palesemente il simbolo del partito durante la campagna elettorale e il video con tanto di scenografia, sarebbe stato paragonato a uno spot pubblicitario, che le televisioni non avrebbero potuto mandare in onda. Oltre a ritenere coinvolto in prima persona Berlusconi, la Bonino e Cappato ritengono responsabili tutti i Tg nazionali che hanno mandato in onda l’intervista.

Il fascicolo non sarà però trasmesso al Tribunale dei ministri, poiché Berlusconi è indagato in qualità di leader del Pdl e non di presidente del Consiglio.

Allo stesso modo dovranno essere valutati anche i direttori del Tg4, del Tg5 e di Studio Aperto, ma di questo se ne occuperà la Procura di Milano.

Nel frattempo ieri anche l’Agcom è intervenuta per sanzionare alcune violazioni avvenute durante il periodo di campagna elettorale.

È il caso di Adriano Celentano che ad Annozero dichiarò di parteggiare per Pisapia. Annozero non dovrà pagare alcuna multa, ma dovrà riconoscere la violazione del divieto di manifestare le proprie preferenze di voto.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews