Berlusconi dixit: ‘Lorenzin ministro perché amante di qualcuno’

Attacco del Cavaliere al ministro Lorenzin: la sua carriera sarebbe dovuta ai legami sentimentali con qualcuno "in alto". Campagna contro Ncd in vista?

lorenzin

Lorenzin – Berlusconi: idillio terminato da tempo

Roma – Berlusconi assolto, Berlusconi scatenato: così si possono riassumere le ultime giornate del Cavaliere che, dopo essersi immedesimato nel ruolo di Padre costituente, si dedica ora a gettar fango sugli ex collaboratori, scagliando colpi bassi che non risparmiano nessuno. Fulcro della polemica odierna è il ministro Lorenzin che, secondo l’irreprensibile ex Parlamentare e ora pregiudicato, avrebbe fatto carriera solo grazie alle raccomandazioni sentimentali.

ESPRESSO – A raccontare la vicenda è stato l’Espresso, che riferisce di una cena a Casina di Macchia Madama a Roma per la raccolta fondi a favore Forza Italia, che non naviga in buone acque, finanziarie o politiche che siano. Durante questo incontro, l’ex Presidente del Consiglio dei ministri si sarebbe lasciato andare ad alcune dichiarazioni di dubbio gusto su esponenti della destra che avrebbero lasciato il partito del Cavaliere nel bel mezzo della tempesta: «Era legata sentimentalmente a qualcuno, perciò è riuscita a fare il ministro…».

Beatrice Lorenzin, ministro della sanità (il mattinodiparma.it)

Beatrice Lorenzin, ministro della sanità (il mattinodiparma.it)

LEGAMI – Una carriera segnata dai legami, dunque, quella della Lorenzin: almeno secondo Silvio Berlusconi, che in materia di coalizione politiche è un vero esperto, così come di schedatura dei rivali. La Lorenzin, in realtà, ha una relazione con Alessandro Picardi, direttore delle Relazioni istituzionali e internazionali della Rai, nonché più giovane di sei anni del ministro. Non sposati, fanno però coppia fissa da ormai tre anni.

QUESTIONI PERSONALI – Silvio Berlusconi cerca quindi di rilanciare l’immagine sua e del partito, entrambe in caduta libera da mesi: la doppia sconfitta, quella giudiziaria e quella elettorale, non può essere cancellata dalla sentenza d’appello sul Rubygate, ma quest’ultimo evento può essere usato a vantaggio del Cavaliere per far ripartire una campagna morale e politica che ripristini il potere di Forza Italia. I primi bersagli, in questo caso, non possono che essere i vecchi alleati, i compagni di partito che hanno scelto la via del Nuovo centrodestra. Oggi la Lorenzin, domani Alfano?

NIENTE AVVENENZA – Un cambiamento rilevante nello stile e nell’atmosfera è stato rilevato da molti degli ospiti: se in passato si era abituati allo sfoggio di bellezze femminili, chi si attendeva il medesimo comportamento è stato deluso. «All’ingresso la sorpresa è stata grande, perché in occasioni simili Berlusconi aveva sempre preteso che l’atmosfera fosse rallegrata da ragazze di bell’aspetto – racconta ancora l’Espresso – Inizialmente, in questo caso, erano previsti cinque uomini e cinque donne, ma all’ultimo momento le divise femminili sono state giudicate troppo osé».

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews