Berlusconi alla Polverini: «Non lasciare o ricadute in Lombardia. Un disastro»

Renata Polverini

Renata Polverini

ROMA – Silvio Berlusconi da qualche giorno ha ricominciato a parlare al suo partito e ai suoi elettori, non poteva quindi tacere sullo scandalo fondi Pdl che sta travolgendo la Regione Lazio e il suo governatore. L’obiettivo principale dell’ex premier, nella giornata di ieri, è stato quello di convincere Renata Polverini a non prendere decisioni che potrebbero avere ripercussioni a livello nazionale.

Si tratta naturalmente delle dimissioni, annunciate, minacciate ma ancora non effettive, della presidente. Il messaggio del Cavaliere è stato chiaro: «Bisogna resistere, non possiamo mollare adesso. Fai bene a chiedere pulizia, e stiamo tutti lavorando per questo». Ciò che Berlusconi pare temere di più è il cosiddetto “effetto domino” che le dimissioni della Polverini potrebbero innescare.  «Immaginatevi i contraccolpi in Lombardia – ha aggiunto l’ex presidente del Consiglio – e tra pochi mesi si vota anche a Roma, sarebbe un disastro».

La soluzione alternativa sarebbe, in casa Pdl, un pressing per le dimissioni di Battistoni: qualcuno deve cadere e forse la testa “sacrificata” sarà quella del capogruppo del Popolo delle libertà nel Consiglio regionale laziale.

Ma il lavoro di Berlusconi per ricompattare un partito che pare ormai allo sbaraglio è stato più complesso e, sempre sul fronte Lazio, tensioni ci sono anche con il gruppo ex An, contrari a quella che ormai tutti chiamano una scissione in piena regola: la proposta – avanzata da La Russa e in maniera meno decisa da Gasparri – di una separazione consensuale dai colleghi del Pdl provenienti dal “vecchio” Forza Italia. C’è quindi un fronte separatista anche se dai vertici  di via dell’Umiltà (Cicchitto, Lupi) l’appello è a rimanere uniti e mantenere la calma in vista delle elezioni.

Intanto sulla questione “calda” delle dimissioni della Polverini si è in fase di temporeggiamento e se dovesse arrivare un suo passo indietro non dovrebbe essere prima di domani, quando nel quartier generale della Pisana cercherà di varare i tagli e la riduzione dei costi della politica per (ri)dare alla Regione un’immagine “sana”.

Laura Dabbene

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews