Basket Time Playoff gara 2: Avellino e Milano impattano le serie

AIR Avellino – Benetton Treviso 87-68 (Serie 1-1)

Szymon Szewczyk, 34 punti (irpinianews.it)

Il secondo atto della serie regala ad Avellino vittoria e morale, visto l’ampio scarto maturato: i falli di Gentile, Markovic e Motiejunas non possono essere un alibi credibile, visto che già dal primo quarto le sorti dell’incontro scivolano subito lungo i binari dei padroni di casa. Marques Green si conferma una volta di più il miglior playmaker della lega, mettendo a referto 9 assist e lanciando in ritmo tutte le bocche da fuoco a disposizione del roster avellinese: Dean torna in quintetto base, ma è Szewczyk il dominatore incontrastato della gara. Il polacco griffa 34 punti e 10 rimbalzi, mentre Doum Lauwers, tornato a oltre 30 minuti di impiego, sporca le sue percentuali da 3 (1/8) ma compensa con un ottimo rendimento difensivo da ben 6 palle recuperate. Si torna in parità nella serie e l’impressione è che ci sia ancora molto da vedere tra queste due squadre.

Montepaschi Siena – Canadian Solar Bologna 85-81 (Serie 2-0 MPS)

Fatica molto più del previsto la banda Pianigiani per avere ragione davanti al proprio pubblico della Canadian Solar Bologna: dopo l’imbarazzante gara 1, la squadra di coach Lardo ritrova la propria intensità e, pur concedendo ancora percentuali sopra il 50% sia dall’arco che nel pitturato, riesce a dominare sotto i tabelloni, con un saldo a rimbalzo nettamente a proprio favore. McCalebb (16) e Lavrinovic (15) viaggiano a pieno regime, ma dall’altra parte oltre al solito Rivers c’è anche Jared Homan: il naturalizzato bulgaro ne mette 19, aggiungendo 10 rimbalzi. Siena vola a +10 a 2 minuti dalla fine, ma è costretta a subire la riscossa bolognese, che si concretizza con il -2 firmato Deividad: i liberi di Rivers vengono però annullati dalla precisione chirurgica di Kaukenas e Moss e così Siena conserva la propria imbattibilità e mette una seria ipoteca sul passaggio del turno.

Armani Jeans Milano – Dinamo Sassari 73-63 (Serie 1-1)

Basta davvero poco ai ragazzi di coach Peterson per ritornare in controllo della serie con Sassari: dopo l’abulica prestazione di gara 1, Milano scende in campo con gli occhi della tigre, producendo una pressione costante sui tiratori di Sassari, ancora una volta privi di Travis Diener ad innescarli.

Stefano Mancinelli (scommesseonline.betfair.it)

I sardi tirano con percentuali modeste, mentre Hawkins decide di punto in bianco di reinventarsi playmaker: l’americano ex Siena mette a referto 9 assist (pur con 7 palle perse), molti dei quali utili a mandare in rampa di lancio Stefano Mancinelli, che nel finale di gara con due triple mancine ricaccia indietro gli avversari pronti all’ennesima rimonta. Nulla da fare per White e Hunter, la premiata ditta della Dinamo: il primo litiga con la lunetta dei tiri liberi (6/12), mentre il secondo viene ben contenuto dalla frontline milanese. Ancora pienamente in fase di rodaggio Coby Karl, apparso fuori dagli schemi e impacciato nel prendere iniziative personali.

Bennet Cantù – Cimberio Varese 67-64 (Serie 2-0 CAN)

“Brutto episodio che non ha nulla a che vedere con lo sport e con la pallacanestro”: questo il commento di Renzo Cimberio agli scontri che fanno da triste seguito a gara 2 del derby lombardo tra Cantù e Varese. La squadra di Recalcati cancella lo scoramento dopo la netta disfatta in gara 1 e scrive un impressionante 67% da 2 punti, con Krjstian Kangur top scorer a quota 13 punti: Varese gioca di squadra, Cantù pesca dal cilindro Nicolas Mazzarino, i cui 24 punti (su 67 totali di squadra) sono utili a rimontare gli avversari, capaci di allungare proprio sul finire di terzo periodo. Nel quarto decisivo, infatti, le bocche da fuoco varesine cedono di schianto, lasciando campo libero all’allungo di Cantù: oltre ai 6 di Mazzarino, coach Trinchieri trova 4 punti da un ottimo Maarten Leunen e da Jonathan Tabu, sin lì ancora fermo a quota “virgola”. Appuntamento a gara 3, sperando che il fuoco rimanga solamente in campo e che “la partita sia una festa di sport e basket, tra due squadre che faranno di tutto per vincere, con una cornice di calore e passione che sappia rimanere nei confini della sportività e della correttezza”.

Andrea Samele

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews