Basket Time – 32a giornata: Milano e Cantù appaiate dietro Siena

Benetton Treviso – EA7 Emporio Armani Milano 76-84

Omar Cook: 23 punti, 6 assist

Treviso si prepara a salutare il marchio Benetton, in una stagione destinata a concludersi nell’anonimato: Becirovic è ancora fuori e a risentirne sono circolazione di palla e inventiva, con De Nicolao poco ispirato e nettamente sconfitto da Cook nel duello tra playmaker. Milano è in gran forma, la striscia di vittorie consecutive ha dato morale e vigore a un gruppo che dopo l’uscita di Eurolega sembrava pericolosamente avviato a combattere per rimanere nelle zone alte della classifica.

L’avvio è griffato Ioannis Bourousis, vero uomo simbolo di questa rinascita meneghina: il greco sciorina il suo repertorio di piede perno e strapotenza fisica, segnando 14 punti nel solo primo quarto di gioco, innescato con puntualità da 3 dei 6 assist totali di Omar Cook. Treviso non perde la bussola, ma i canestri dell’ex di turno Jeff Viggiano sono utili solamente a mantenere il margine a cavallo della doppia cifra: Bulleri e Mekel riportano a un possesso di distanza la propria squadra, prima che Cook (23 punti) e Gentile (5 nel quarto periodo) rimettano le cose a posto. Inutili i punti di Thomas e Moldoveanu.

Bennet Cantù – Fabi Shoes Montegranaro 81-63
Tutto facile per Cantù, che non cede il passo nel duello con la Armani Milano per il secondo posto dietro il Montepaschi Siena: Trinchieri deve sempre fare i conti con le assenze ed è costretto a ruotare tutti gli effettivi a sua disposizione, compreso il classe ’93 Awudu Abass. L’opposizione di Montegranaro è però poca cosa, con Di Bella totalmente disorientato dalla giornata di grazia di Doron Perkins: l’ex Maccabi, criticatissimo quando stecca, è ispirato in ogni settore del campo e chiuderà con 15 punti, 10 rimbalzi e 6 assist, grazie ai quali Cantù può allungare in maniera decisiva tra secondo e terzo periodo.

Senza il faro Sean May, Montegranaro è tutta nelle iniziative di McNeal e Karl, ma la difesa è un colabrodo (58% concesso a Cantù nel pitturato) e il tiro dalla lunga distanza è decisamente insufficiente (11%): l’ampio garbage time è utile solamente a riportare il margine da 30 a 18 punti di scarto, in una stagione deludente resa ancora più complicata dal successo di Teramo contro Casale che significa penultimo posto.

Andrea Samele

RISULTATI E CLASSIFICA
Benetton Treviso – EA7 Emporio Armani Milano 76-84
Montepaschi Siena – Canadian Solar Bologna 69-78
Angelico Biella – Otto Caserta 88-84
Banca Tercas Teramo – Novipiù Casale Monferrato 83-77
Banco di Sardegna Sassari – Umana Venezia 81-74
Sidigas Avellino – Cimberio Varese 78-77
Scavolini Siviglia Pesaro – Acea Roma 82-75
Bennet Cantù – Fabi Shoes Montegranaro 81-63
Riposa: Vanoli Cremona

Siena 46, Cantù e Milano 42, Sassari, Pesaro e Bologna 38, Venezia 34, Varese 32, Avellino 28, Biella, Treviso, Cremona e Roma 26, Teramo, Montegranaro e Caserta 24, Casale 14.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews