Basket Time – Semifinali playoff: la finale è Cantù – Siena

Benetton Treviso – Montepaschi Siena 56-68 (Serie chiusa 3-0 MPS)

Shaun Stonerook (sport.it)

Il terzo episodio non basta a dare a Treviso una minima speranza di ribaltare l’inerzia della serie: la partenza è incoraggiante, ma i consueti difetti a lungo andare vengono messi spietatamente in mostra da una Siena cinica e pronta ad approfittare al primo accenno di calo avversario. Stonerook non è un fattore dal punto di vista realizzativo, ma riesce per l’ennesima volta a eclissare la stella di Donatas Motiejunas, pronto allo sbarco in NBA a ridosso delle prime dieci posizioni nel draft, mentre è ancora devastante in negativo la prestazione di Stefan Markovic, letteralmente messo al tappeto da uno strepitoso McCalebb: il playmaker naturalizzato macedone ne mette 17 aggiungendo anche 4 palle recuperate.

La circolazione fa ancora la differenza per Siena, capace di rubare ben 25 palloni ai disorientati avversari, che dopo la sirena dell’intervallo si disuniscono e vedono dilatarsi il margine di svantaggio: Gentile paga dazio all’inesperienza con discutibili scelte di tiro, mentre Smith (15) e il solito Nicevic da quarto periodo riescono solo a rendere meno amara la sconfitta. Per Siena è ancora una volta finale, con segnali ampiamente confortanti dopo qualche tormento di troppo patito contro la Canadian Bologna.

Armani Jeans Milano – Bennet Cantù 70-56 (Serie 2-1 BCT)

Primi affanni per la Bennet Cantù, sin qui autrice di una corsa playoff semplicemente meravigliosa: le fatiche di impegni ogni due giorni iniziano a farsi sentire e l’appannamento accennato appena in gara 2 diventa chiaro ed evidente al cospetto di una rivitalizzata Armani Jeans, trascinata dal proprio leader David Hawkins. L’americano nonostante infiltrazioni al ginocchio malandato riesce ad essere un fattore costante e trova per una volta anche una grande giornata con i piedi dietro l’arco dei 3 punti: 18 punti con 5 rimbalzi, 5 assist e soprattutto 0 palle perse.

Jaaber e Mancinelli sono ancora imprecisi dalla lunga distanza ma tanto basta per vincere la scarsa resistenza di Cantù, lasciata a piedi da capitan Mazzarino: il leader canturino mette a referto soltanto 2 punti, rimanendo costantemente ai margini del gioco nonostante le urla di Trinchieri dalla panchina. I 15 di un positivo Scekic vengono però resi inutili dall’efficacia sotto canestro del ritrovato Petravicius e del solito Mason Rocca, capaci di vincere la battaglia a rimbalzo contro gli avversari: non si è sentita la mancanza dell’abulico Oleksiy Pecherov. Serie riaperta e inerzia tutta nelle mani di Milano, in pieno slancio verso un tentativo di rimonta incredibile dallo 0-2.

Armani Jeans Milano – Bennet Cantù 62-74 (Serie chiusa 3-1 BCT)

Niente finale per Giorgio Armani e David Hawkins (gazzetta,it)

“Senza Maciulis perdiamo 12-15 punti del nostro potenziale offensivo e di conseguenza dobbiamo compensare con un miglioramento della fase difensiva”: con queste parole coach Peterson disegnava gli obiettivi della missione per gara 4 contro la Bennet Cantù, reduce dall’opaca prestazione precedente. Con l’inerzia della serie che sembrava essere tornata nelle mani dell’Olimpia però, la squadra di coach Trinchieri ha ritrovato motivazioni ed energie, vincendo ogni singolo parziale e prendendo lentamente ma inesorabilmente il margine decisivo per chiudere i conti.

Peterson ritrova un ottimo Jaaber ma Hawkins perde il feeling con la retina e la difesa sulle guardie avversarie traballa: Leunen, Micov e Markoishvili puniscono le errate rotazioni sul lato debole ma sono i 17 punti di Green a fare la differenza. I problemi di falli di Eze, Karl e Mancinelli consentono a Cantù di allungare anche a rimbalzo e sfruttando il 40% abbondante da 3 concesso da Milano, nell’ultimo periodo arriva il break decisivo, con 6 punti in fila di Leunen che regalano le Finals a coach Trinchieri.

Andrea Samele

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews