Basket playoff: fattore campo rispettato

baMilano e Caserta col brivido, Treviso mette paura ai campioni d’Italia, Cantù conferma quanto di buono mostrato in gara 1. Tutte le serie sul 2-0

di Federico Bertolotti

E’ Milano a iniziare il “giro” di gare 2 relative ai quarti di finale dei Playoff, sabato in campo ad un orario (17.00) dettato dalla finale di Champions dell’Internazionale.

Parte abbastanza bene L’AJ che trova subito canestri in contropiede che mascherano le evidenti difficoltà a giocare a metà campo da parte dei padroni di casa. Ma dopo un 13-6 Olimpia, gli ospiti cominciano a segnare tiri ben costruiti e chiudono il periodo sul -4 (17-13). L’uscita di Rocca, vero baluardo del team di Coach Bucchi, fa segnare un 12-2 di parziale per Montegranaro che nel secondo periodo sfrutta perfettamente le incertezze dei padroni di casa e allunga fino al 28-34 di chiusura primo tempo. Il terzo periodo inizia con il Marquinhos  show che porta la Sigma in fuga (31-42) e con l’inerzia tutta a favore fino al momento che ha di fatto segnato la partita.

Fallo su tiro (e canestro) di Marquinhos, parapiglia tra Hall e Ivanov e seguente zuffa tra i 10 in campo. Risultato, 3 falli antisportivi 2 per milano (Hall e Finley) e 1 per Montegranaro (Cavaliero). Il regolamento parla chiaro, due sanzioni identiche si annullano e, seguendo alla lettera le disposizioni FIP, dovrebbero esserci nell’ordine 1 TL per Marquinhos e 2 per Cavaliero. Gli arbitri perdono un po’ di lucidità (ci mettono 10 minuti a ricostruire i fatti) e lasciano a Marquinhos la possibilità di tirare 3 liberi. Il risultato è (corretto a termini di regolamento) l’annullamento dei 2 liberi amministrati dal giocatore sbagliato (ma a questo punto andava ridata palla a Milano e non alla Sigma come accaduto a seguito dell’annullamento della sanzione).

La pausa, ed il nervosismo che ne consegue, raffreddano gli ospiti che nel terzo periodo confezionano 9 palle perse e permettono a Milano di non deragliare, 43-51 all’ultimo miniriposo.

Il quarto periodo vede Milano molto aggressiva, Mancinelli ha le mani ovunque e recupera 6 palloni, Bulleri trova delle buone iniziative e L’Olimpia poco alla volta ricuce lo strappo e con una bomba di Mordente, fin li 0 su 4 da tre, trova il vantaggio sul 62-61. A 30 secondi dalla fine è ancora parità sul 64-64, Mancinelli si libera in angolo, extrapass di Monroe e tripla dell’azzurro quando sul cronometro ci sono 11 secondi. Milano fa fallo sistematico, 1 su 2 dalla lunetta per la Sigma e controfallo su Mancinelli che fa 0 su 2, ma per sua fortuna il tiro di Brunner allo scadere trova solo il primo ferro e Milano, soffrendo moltissimo, vince 67-65. Ora la serie si sposta a Porto San Giorgio sul 2-0 AJ.

Anche a Cantù la sfida tra NGC e Canadian solar Bologna è molto equilibrata, primo quarto in sordina per entrambe le compagini che collezionano molte palla perse e chiudono sul 14-12.

Nella seconda frazione gli ospiti privi di Maggioli subiscono a rimbalzo (36 a 23 il conto finale per Cantù) e il solo Fajardo tiene botta alle scorribande di Green che segna 17 punti nel primo tempo (23 alla fine) per il vantaggio 41-31 al riposo.

Il terzo periodo vede in campo le V nere con grandissima intensità difensiva  e la squadra di Trinchieri racimola solo 9 punti nella frazione, permettendo a Fajardo (18 alla fine per lui) e compagni di riavvicinarsi sul 50-46.

L’ultimo periodo è molto combattuto, ad un primo tentativo di fuga Canturino con Lydeka (8 punti in fila) risponde Jackson, rimasto a lungo in panchina per falli, fino al 66-63. La bomba del solito Mazzarino regala il + 7 ai padroni di casa a 50 secondi dalla fine e il meritato 2-0 nella serie.

La sorpresa, anche se solo parziale, della tornata di gare 2 arriva da Siena, dove la Benetton Treviso sfiora l’impresa in casa della MPS giocando per 40 minuti un basket spumeggiante. Fermare la macchina offensiva senese è impresa quasi impossibile, allora coach Repesa decide di velocizzare la fase offensiva sperando nella buona giornata dei suoi talenti offensivi. Il risultato per 4 periodi è ottimo: Dixon (22 punti), Rivers (19 punti) e compagni rispondo presente è rimangono sempre in partita. 27-27, 47-43, 63-63 e 83-83 i parziali dei tempi regolamentari. Ma da quattro anni a questa parte tutti sanno che Siena nei momenti che contano raramente sbaglia, e nel supplementare concede 1 solo canestro dal campo e piazza il 16-5 che determina il 99-88 finale (Hawkins 26 punti).

Chiude il cerchio delle gare 2 la sfida tra Caserta e Roma, partita giocata domenica sera, che vede soccombere la squadra di Boniciolli al fotofinish dopo aver recuperato dal -16 ed essere stata sul +7.

Partenza razzo di Caserta che a differenza di gara 1 trova subito la mentalità giusta e produce punti con le sue stelle Jones, Ere e Bowers. Il 23-9 dei primi 10 minuti stordisce Roma che però riesce ad attutire il colpo nella seconda frazione grazie a Winston e Giacchetti (20 punti in coppia al riposo) e a chiudere soltanto a -9, 38-29. L’inizio di terzo periodo è tutto di un Ere scatenato con 7 punti in fila e la Juve Caserta vola a +16, ma la panchina meno qualitativa dei padroni di casa non regge l’urto e Roma prima registra la difesa, poi piazza un parzialone di 25-3 trascinata da Winston e Washington. Roma scavalca Caserta e va a + 6, ma il cuore di Di Bella e la concretezza di Jones (17 rimbalzi per l’ex Phila di cui 7 in attacco) riportano i campani in vantaggio. Decisivo è proprio l’ultimo rimbalzo in attacco di Jones che con Caserta sul +2 (78-76) ed in lunetta a 4 secondi dalla fine, strappa la palla ad altezza siderale sull’errore del compagno cancellando di fatto l’ultima possibilità di Roma che aveva già chiamato timeout per tentare il tutto per tutto. 2-0 anche qui nella serie che si sposta al PalaLottomatica per le successive (se necessarie) due sfide.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews