Basket Eurolega – Top 16: Si infrangono le speranze di Cantù e Milano

BENNET CANTU’ – REGAL BARCELLONA 62-63

Gianluca Basile

Bastava davvero poco alla Bennet Cantù per continuare a tenere vive le speranze di passare il turno. Il successo del Maccabi contro lo Zalgiris obbligava gli uomini di Trinchieri a un’impresa, con il PalaDesio gremito al cospetto del favoritissimo Barcellona. La partita inizia nel segno di Gianluca Basile, ex di turno insieme a Marconato: suo il primo canestro canturino, con il Barcellona che viaggia al ritmo di Rabaseda e del rientrante Navarro: Trinchieri indovina gli avversari da attaccare, costringendo Pete Mickael e Boniface N’dong a uscire anzitempo per problemi di falli. Micov da una parte e Chuck Eidson dall’altra sono i grandi assenti, ma Cantù trova in maniera del tutto insperata la soluzione con Doron Perkins: l’ex Maccabi, deludente sin qui, con la scusante del recupero da un lungo infortunio, rimpiazza un confusionario Cinciarini e prende decisamente in mano le redini della squadra.

Due palleggio-arresto e tiro in contropiede permetteno ai lombardi di avviare un controparziale dopo un 6-0 Barcellona, per poi operare sorpasso e allungo: il massimo vantaggio Cantù tocca quota 6, grazie al sempre convincente Giorgi Shermadini, ma proprio quando l’inerzia sembra consegnare l’incontro alla Bennet, ecco la rimonta blaugrana. L’ingresso di Cinciarini porta una tripla airball e un layup uno contro tutti, Navarro prima e Lorbek poi regalano un 9-0 che porta Barcellona avanti di 3 (61-58), ma il rientrante Perkins e ancora Shermadini firmano il nuovo sorpasso 62-61 con una quarantina di secondi sul cronometro: Re Juan Carlos è glaciale in lunetta e sul possesso successivo Cantù è costretta ad alzare bandiera bianca. Troppi passaggi senza trovare uomini liberi, Leunen che forza e Basile che non riesce uno contro 3 a mandare a bersaglio un jumper dalla linea di fondo: tanti rimpianti ma anche tanti applausi per una grande Bennet Cantù, che esce a testa alta dall’Eurolega.

PANATHINAIKOS – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 58-67

Recuperare lo scarto di 22 punti dell’andata sembrava una missione impossibile, persino per Tom Cruise, ma per qualche lampo di partita l’illusione c’è stata davvero. Milano entra infatti in campo gagliarda, aggressiva, coraggiosa, libera finalmente dal fantasma di Drew Nicholas (tagliato in settimana) e con il coraggio di lasciare in campo anche i giovani Melli e Gentile: è proprio quest’ultimo a dare avvio al primo break milanese, con un ritrovato Bourousis che, dopo la strigliata di Scariolo dopo due giocate orrende concluse con due banali palle perse, recupera il feeling con il pitturato e sigla 12 punti. JR Bremer in cabina di regia è sempre positivo, sia quando è chiamato a inventare gioco sia quando deve concludere dal perimetro e quando la squadra gira ecco Omar Cook a quota 12 assist: l’ingresso di Melli e i suoi 13 punti in 15 minuti scavano il parziale che arriva fino a quota +16, prima che Diamantidis e soci diano un senso alla propria serata.

Il playmaker greco, MVP della scorsa edizione, infila due bombe in rapida successione, le uniche nella partita del Pana, riportando in linea di galleggiamento la compagine greca, ormai pronta per festeggiare la qualificazione: Milano lascia l’Eurolega con la soddisfazione di aver ritrovato compattezza e unità di intenti e di essere pronta ad affrontare da protagonista il finale di stagione in Campionato.

GESCRAP BILBAO – MONTEPASCHI SIENA 60-59

Sconfitta ininfluente per la Montepaschi di Simone Pianigiani (Virgilio.it)

Alla Bilbao Arena arriva il Montepaschi, con l’obiettivo di non compromettere la corsa al primo posto e – se possibile – di far tirare un po’ il fiato agli uomini più logori dopo la tre giorni di Coppa Italia. Torna Rakocevic, ma dopo il primo quarto il punteggio è solamente di 8 a 7 per i toscani: la difesa spagnola infatti tarpa le ali alle principali fonti realizzative di Siena, con McCalebb e soprattutto Andersen che faticano a trovare il ritmo offensivo giusto. David Moss è il jolly difensivo, dirottato costantemente sul miglior giocatore avversario, ma gravato anche da problemi di falli che costringono anzitempo Carraretto a vedere il parquet: ancora una volta sono i rimbalzi offensivi a pesare sulla squadra di coach Pianigiani (17-6 il saldo per Bilbao), con Banic e Raul Lopez che inventano canestri ad alto coefficiente di difficoltà e scrivono il vantaggio spagnolo. Il finale è all’insegna del tatticismo: Pianigiani vuole evitare il supplementare, mentre Katzikaris cerca di portare a casa l’incontro buttando un occhio alla differenza canestri.

Si assiste così a una lunga serie di viaggi in lunetta, in cui il Bilbao sembra prevalere, con McCalebb prima e Rakocevic poi imprecisi nel chiudere l’incontro: gli spagnoli tornano avanti, ma il pressing di Zisis sulla rimessa frutta un recupero che lancia di nuovo il Montepaschi. Bilbao ha l’ultimo possesso e Raul Lopez sulla sirena si inventa un canestro pazzesco che permette agli spagnoli di esultare a gran voce: poco male per Siena, che pur perdendo l’imbattibilità rimane al comando del girone.

Andrea Samele

RISULTATI E CLASSIFICHE:

GR. E
CSKA Moscow – Olympiacos 96 – 64
GS Medical Park – Anadolu Efes 64 – 56

CSKA 4-1, GS 3-2, Olympiacos 2-3, Efes 1-4.

GR. F
Gescrap BB – Montepaschi Siena 60 – 59
Real Madrid – Unicaja 86 – 65

Siena 4-1, Bilbao e Madrid 3-2, Malaga 0-5.

GR. G
Fenerbahce Ulker – Unics 94 – 87
Panathinaikos – EA7 Emporio Armani 58 – 67

Panathinaikos e Unics 3-2, Milano e Ulker 2-3.

GR. H
Maccabi Electra – Zalgiris Kaunas 70 – 66
Bennet Cantù - FC Barcelona Regal 62 – 63

Barcellona 5-0, Maccabi 3-2, Cantù 2-3, Zalgiris 0-5.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews