Basket coppa Italia: la finale è Varese – Siena

Basket coppa Italia

Sakota contro Datome www.prealpina.it

Basket coppa Italia, semifinali: la Cimberio Varese elimina l’Acea Roma 81 a 71, mentre la Montepaschi Siena sconfigge il Banco di Sardegna Sassari 85 a 78. La finale si disputerà oggi alle 18.

Siena non ne vuole sapere di abdicare: i campioni in carica, pur contro una squadra che oggi in campionato le sta davanti e che poche settimane fa le aveva inflitto la più dura lezione negli ultimi dodici anni, ritrovano orgoglio e compattezza e volano in finale con un ultimo quarto notevole per nervi e sangue freddo. Su tutti brilla in regia la stella di Daniel Hackett, chiamato da coach Luca Banchi a guidare la squadra negli ultimi minuti al posto di uno spento Bobby Brown: il play non si fa intimidire dalla partita monumentale del veterano Bootsy Thornton e prende in mano le redini del gioco, alzando l’intensità in difesa, sfidando gli avversari nell’uno contro uno e trascinando i compagni alla quinta finale consecutiva.

Sassari ha disputato come sempre una partita d’orgoglio, ma è stata probabilmente tradita dal fattore stanchezza: il supplementare contro Brindisi ha lasciato i segni su una squadra di qualità, ma con poche riserve all’altezza dei titolari. In questo contesto, è bastata la serata non eccelsa di Drake Diener, non a caso il migliore nella gara dei quarti di finale, per togliere una freccia dall’arco di coach Sacchetti. Non sono stati sufficienti i 29 punti di Thornton e le buone prestazioni di Travis Diener e Easley: nel finale Sassari, dopo aver tenuto testa ai campioni d’Italia per 35 minuti, ha ceduto sotto i colpi di Hackett, Moss e Kangur.

Nell’altra semifinale, la capolista Varese sconfigge la sorprendente Acea Roma per 81 a 71, grazie a una grande prestazione di Sakota (21 punti con 5 su 7 da 3), accompagnata dalle giocate decisive dei soliti Mike Green ed Ebi Ere. I tifosi biancorossi hanno già un motivo per festeggiare: la loro squadra, una delle più blasonate della pallacanestro europea e che ha dominato le scene negli anni ’70, torna a disputare una finale per un trofeo che non solleva dal lontano 1973. Ci arriva con merito, grazie a ottime scelte di mercato e a una lavoro di squadra e staff tecnico che ha portato il team di coach Vitucci al vertice della classifica e alla sua prima finale importante.

La gara di ieri non è stata certamente tra le migliori disputate quest’anno dalla capolista, anche se condotta dall’inizio alla fine: ma, a differenza del successo contro Milano, Varese non riesce ad aggredire subito la partita com’è abituata a fare spesso in questa stagione. Si porta in vantaggio già dalle battute iniziali, ma nel primo tempo pasticcia molto (12 perse), mentre Roma tira con percentuali imbarazzanti e ha qualcosa solo da Taylor e Datome. Nella ripresa Roma migliora vagamente le percentuali da tre grazie a Goss e Jones, mentre Varese viene trascinata da Sakota. Regna l’equilibrio fino a metà dell’ultima frazione, quando coach Calvani perde per falli Czyz, Lawal e Jones: Varese sorpassa e allunga sulle ali di Mike Green e Ebi Ere, mentre Roma cede con orgoglio.

Risultati semifinali:

Cimberio Varese – Acea Roma 81 – 71
Banco di Sardegna Sassari – Montepaschi Siena 78 – 85

Finale:

Cimberio Varese – Montepaschi Siena ore 18, Forum di Assago

Foto in copertina: it.eurosport.yahoo.com

Daniele Leone

@DanieleLeone31

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews