Bambini malati di cancro ‘sfrattati’. La onlus Peter Pan a rischio chiusura

bambini malati di cancroBambini malati e genitori disperati. Si, perché quando scopri che tuo figlio ha il cancro non c’è altro sentimento se non dolore e disperazione. Per questo è nata Peter Pan, una onlus che dal 2000 ha ospitato più di 600 famiglie di bambini in cura a Roma, molti non residenti nella Capitale e provenienti dall’estero: l’obiettivo è fornire alle famiglie colpite dal dramma un supporto non solo psicologico ma anche logistico.

Con un comunicato e una conferenza stampa l’associazione denuncia l’azione voluta dalla Regione che, attraverso il suo ente IRAI, ha deciso di «sfrattare i bambini oncoematologici di Peter Pan dalla loro casa di Roma dando 10 giorni per “liberare l’edificio”». Nel documento si legge che Peter Pan ha sempre pagato gli affitti all’ente regionale e non ha mai ricevuto alcun finanziamento da parte di enti pubblici.

Peter Pan è nata a Roma nel 1994 grazie ad un gruppo di genitori e parenti di bambini malati di cancro per aiutare quanti devono affrontare il lungo iter delle terapie. Tra i servizi che hanno messo a disposizione anche degli spazi privati e aree comunitarie per ospitare gratuitamente le famiglie e i bambini costretti a trasferirsi a Roma per le cure.

Al Messaggero Gian Paolo Montini, direttore geneale di Peter Pan, ha detto che dietro la decisione della IRAI non c’è una morosità dell’associazione ma una richiesta informale di adeguare il canone di affitto portandolo inizialmente da 3.000 euro a 6.000, e ora fino a 20 e i 30mila euro. L’associazione è ora sul piede di guerra e non muoveranno un dito finché non verranno le ambulanze per portare via i piccoli pazienti.

Il sindaco Alemanno ha commentato la triste vicende dicendo: «C’è stata un’interpretazione troppo burocratica della “spending review” varata dal governo, ma sono sicuro – ha concluso – che si risolverà tutto già la prossima settimana».

Tutti se lo augurano!

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews