Bagno turco, relax in una nuvola di vapore

Istanbul - Hammam di Cagaloglu

Il bagno turco ha origini antichissime che risalgono agli Egizi, ai Greci, ai Romani ed è diventato un elemento caratteristico della società musulmana, considerato non solo un modo per rispondere a necessità igieniche ma un metodo per depurare anche lo spirito. Le sue indiscusse virtù salutistiche hanno fatto sì che si diffondesse in tutto il mondo e infatti pensare all’hammam, parola araba che significa “scaldare”, evoca in ognuno di noi immagini di incantevoli e accoglienti ambienti, avvolti nel vapore, rivestiti con piastrelle colorate e intarsi a mosaico, dove è possibile gustare anche del tè lasciandosi andare al relax più completo. Gli hammam più famosi e storici si trovano ovviamente a Istanbul dove non è possibile soggiornare senza cedere alla tentazione di visitare uno di questi luoghi affascinanti, come l’hammam di Cagaloglu costruito per desiderio del sultano nel 1714 o quello di Roxelane, moglie favorita di Solimano il Magnifico.

A differenza della sauna il bagno turco si svolge in un ambiente dove l’umidità si aggira intorno al 100% e la temperatura va dai 25 ai 50-60 gradi salendo dal pavimento verso l’alto.  La temperatura è inferiore rispetto alla sauna, ma dato il maggiore tempo di permanenza, nel bagno turco la sudorazione è superiore.  Come si svolge? Il bagno turco si svolge in due fasi, durante la prima si sosta per circa 15 minuti in una stanza piena di vapore acqueo, dove ci si siede o ci si sdraia nel massimo relax, meglio se con le gambe sollevate per favorire la circolazione sanguigna, dopodiché si entra in una vasca fredda per pochi secondi o in alternativa si fa una brevissima doccia fredda. Si rientra poi per altri 15-20 minuti nella stanza piena di vapore e ci si rilassa nuovamente. E’ importante uscirne subito se le tempie pulsano o ci si sente mancare, i tempi di permanenza non sono rigidamente fissati, possono quindi certamente essere ridotti, mentre è consigliabile non superarli. Al termine delle due fasi l’ideale sarebbe fare anche un leggero massaggio rilassante e reintegrare i liquidi persi con l’abbondante sudorazione bevendo acqua, succhi di frutta o tisane. Meglio inoltre non essere a stomaco completamente vuoto o troppo pieno, uno snack fresco è leggero è l’ideale. In linea di massima è bene adottare le stesse precauzioni consigliate per la sauna, ovvero chi soffre di disturbi cardiocircolatori, di pressione arteriosa troppo alta o troppo bassa, di problemi renali o di cuore dovrebbe evitare il bagno turco, e comunque è a tutti consigliabile farlo precedere da una visita medica di controllo.

Quali benefici? Il calore agisce come vasodilatatore, favorendo la circolazione sanguigna e la conseguente ossigenazione dei tessuti, in particolare data anche l’alternanza di calore e sudorazione con docce o bagni freddi. Come quasi tutti ormai sanno pulisce e purifica la pelle, a livello dello strato superficiale dell’epidermide il vapore apre i pori e aiuta ad eliminare sebo e sporcizia. La forte sudorazione aiuta l’organismo a espellere le tossine, come nicotina, alcol, metalli pesanti, tossine che vengono già naturalmente eliminate dall’organismo, la cui eliminazione viene però accelerata dal calore e dall’incremento di sudorazione provocati dalla sosta in un ambiente molto caldo e umido. Il calore del bagno turco aumenta il battito cardiaco di circa il 50-75% portando al fisico gli stessi benefici di una bella e veloce camminata. Aiuta inoltre a rilassare i muscoli e a ridurre lo stress creando una piacevole sensazione di relax e benessere. Contribuisce ad espellere il grasso sottocutaneo ma attenzione, come la sauna, non deve essere considerato un trattamento dimagrante, un sostituto di una corretta ed equilibrata alimentazione e di una costante anche se moderata attività fisica, ma un trattamento di salute, benessere, relax e perché no anche di bellezza!

Claudia Vallini

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews