Avril Lavigne e l’imbarazzante canzone su Hello Kitty: il video

Avril Lavigne dedica una canzone a Hello Kitty e il video infarcito di stereotipi fa infuriare i giapponesi: censurato da YouTube. Dov'è finita la sk8er girl?

avril-lavigne-hello-kitty-video

Avril Lavigne nel video di “Hello Kitty” (soundsblog.it)

Che fine ha fatto la rockettara sk8er girl di Let go e Under my skin? Se lo staranno chiedendo molti dei fan di Avril Lavigne dopo l’uscita della canzone Hello Kitty, l’imbarazzante singolo lanciato dalla cantante canadese al termine delle date asiatiche del The Avril Lavigne Tour. Il risultato musicale ha lasciato a bocca aperta i fan, e non in positivo. La quasi 30enne di Belleville si è cimentata in un raccapricciante mix di sonorità pop ed elettroniche con dedica all’amata-odiata gattina Hello Kitty, che ha fatto immediatamente bollare la canzone come una sorta di produzione stile Skrillex featuring Ke$ha. Ma i guai per la cantante non sono arrivati solo dai feedback in rete.

VIDEO OFFENSIVO - Il video ufficiale del pezzo mostra una Avril Lavigne a metà tra il sexy (top di pelle e calze con finta guepierre) ed il trash (gonna rosa con pasticcini ricamati e sneakers fluo) che balla e si muove in una Tokyo infarcita di stereotipi giapponesi: negozi di caramelle, sushi, macchine fotografiche ed un corpo di ballo con ragazze asiatiche perfettamente identiche l’una all’altra. Dopo una prima apparizione su YouTube durata poco più di una giornata, il video è stato rimosso, ufficialmente per un reclamo di violazione del copyright. [Aggiornamento 25 aprile ore 2.06, il video è tornato disponibile sul canale YouTube VEVO di Avril Lavigne]

In realtà il video di Hello Kitty è stato accusato di razzismo e appropriazione indebita e ambigua delle usanze della cultura giapponese, stando ai reclami sul web e su alcune riviste nipponiche. Tolto dal canale YouTube della cantante, è tuttavia ancora possibile vedere il video sia sul sito ufficiale di Avril Lavigne che su altri canali YouTube (sui quali sta man mano intervendo la censura di Google per violazione del copyright).

La mise sexy-trash di Avril Lavigne nel video (eonline.com)

AVRIL, MA CHE ROBA È? - La censura più grande, però, è quella musicale che fan e addetti ai lavori hanno riservato alla bella canadese, moglie dal 2013 del cantante e frontman dei Nickelback Chad Kroeger. Che ha contribuito a suo modo allo scempio: risulta infatti anch’egli tra gli autori del testo di Hello Kitty. Un pezzo insulso e completamente avulso dal background di Avril Lavigne, con un testo abominevole nella sua semplicità di riferimento alla gattina della Sanrio creata da Yuko Shimizu (Come come Kitty Kitty, you’re so pretty pretty [...] Hello Kitty, you’re so pretty) ed un ritornello musicale simil-dubstep accompagnato in video da un balletto che sembra quasi una versione made in Avril del Gangnam style.

Cosa sia rimasto della ragazza tutta rock e sensualità, che riusciva a passare dall’accattivante orecchiabilità di Complicated alla suggestione di piccole ballad come Nobody’s home, non è ben chiaro ascoltando – e guardando – Hello Kitty. Che la canzone sia un “regalo” per i fan orientali dopo la fortunata tournée che ha toccato diversi Paesi dell’est asiatico non può essere un’attenuante. La spazzatura si può provare a chiamarla trash. Ma pur sempre monnezza rimane, cara Avril.

Francesco Guarino
@fraguarino

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Avril Lavigne e l’imbarazzante canzone su Hello Kitty: il video

  1. avatar
    sally 26/04/2014 a 18:02

    Lasciate stare Avril!!!non è affatto offensivo!!!!Avril ti adoro

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews