Audi gialla. Psicosi in Veneto: nulla sull’auto che semina il panico

Venezia – Nulla di fatto intorno alla vicenda dell’Audi gialla che sta terrorizzando il Nordest. Posti di blocco e controlli anche aerei con gli elicotteri non sono riusciti ad individuare la Rs4 rubata da tre banditi che da una settimana scorrazza per le strade tra Venezia, Padova e Vicenza senza che le forze dell’ordine siano ancora riuscite a rintracciare il veicolo né a dare un nome ai tre uomini già autori di parecchie rapine e forse responsabili della morte di una donna.

L’INCIDENTE MORTALE SUL PASSANTE DI MESTRE – Secondo le ultime ricostruzioni fatte da Paolo Mutterle sul sito de IlGiornalediVicenza.it, infatti, i tre uomini avrebbero incontrato un incidente sul Passante di Mestre e avrebbero praticato un’inversione a U sfrecciando contromano a 150 km/h  mentre una 58enne di origine russa andava a schiantarsi con la sua Opel Astra contro un furgone. Un colpo mortale che, credono gli inquirenti, sia stato causato da una sterzata improvvisa della donna per evitare l’Audi dotata di motore Lamborghini.

Così in tutto il Veneto è caccia ai killer oltre che caccia ai ladri e le forze di polizia sommano gli sforzi per trovare i tre uomini, forse slavo-albanesi, il cui ultimo avvistamento – sempre secondo Il Giornale di Vicenza – risalirebbe a ieri sera a Romano d’Ezzelino, provincia di Vicenza, località dove è possibile si trovi la ‘base’ del covo.

AVVISTAMENTI – Negli ultimi giorni, però, la macchina è stata vista nel Vicentino, nel Bassanese, a Grisignano zona Padova e nel trevigiano per poi riapparire a Borgoricco (Padova), a Mestre e a Padova in orari diversi a giorni diversi sempre sfrecciando a velocità elevate. A questo si aggiunge che i criminali sono armati oltre che pericolosi e già ad Abano Terme e a Trieste i malviventi hanno ingaggiato con la polizia un paio di scontri a fuoco.

Inoltre, alle incertezze sul chi e sul dove si aggiunge anche la paura. La popolazione incalza, chiede sicurezza e le segnalazioni si moltiplicano contribuendo a rendere il lavoro degli inquirenti forse più complicato nel tentativo di selezionare le chiamate probabili da quelle frutto dell’ansia. Il clima è teso, la psicosi è a un passo e mentre carabinieri e polizia aumentano controlli e giri di perlustrazione, la Rete divampa.

L’AUDI SU FACEBOOK – I residenti della cintura tra Venezia, Padova e Vicenza, sono in subbuglio. Su Facebook le pagine dedicate alla Audi Gialla aumentano; il gruppo Segnalazioni audi rs4 gialla raccoglie commenti ed eventuali informazioni sulla banda dei tre con tanto di numero di targa dell’autovettura irrintracciabile. I commenti non mancano:

AIUTIAMO LE FORZE DELL’ORDINE A PRENDERE QUESTI DELINQUENTI ,,, POSTATE FILMATI FOTO AVVISI SEGNALAZIONI DI DOVE L’AVETE VISTA L’ULTIMA VOLTA GRAZIE

Pubblicato da Segnalazioni audi rs4 gialla su Sabato 23 gennaio 2016

Replica Giusy C.:  «Un colore così come si fa a non notarla ..»

Osserva Sergio E.:  «Ma benzina quando la fanno visto che fa i 3 al litro??»

Si domanda Andrea Ph:  «Poi mi chiedo ma su ste cazzo di auto invece di inventare tecnologie inutili che costano e danno problemi tipo freno a mano elettrico accensione a tasto ecc ci vuole molto istallare GPS di localizzazione che se lo disattivi nn va più l auto. E un sistema per poter bloccare il motore a distanza ci vorrebbe così tanto. Quello si che sarebbe utile invece a tutte le altre stronzate».

E via così: tutti sbalorditi ed intimiditi all’idea che tre criminali possano andare in giro indisturbati su un veicolo sportivo di super lusso per di più rubato.

L’AUDI RUBATA – Il furto dell’Audi sarebbe stato compiuto il 26 dicembre a Malpensa e si tratta di una macchina con targa svizzera TI 123184 su cui la polizia del Veneto e del Friuli Venezia Giulia stanno indagando, consapevoli tuttavia che pure gli avvistamenti conducessero all’individuazione dell’Audi, ogni inseguimento sarebbe impossibile giacché nessuna volante riuscirebbe a toccare i 300 km/h che può facilmente sfiorare l’Audi Rs4.

Chantal Cresta 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews